Entra in Talent Garden
it

Perché un Talent Garden a Genova?

Tag Genova

Siamo felici di annunciare ufficialmente l’apertura della nostra settima sede in Italia! Talent Garden apre a Genova! Abbiamo intervistato il founder della nuova sede Francesco Cricchio per mostrarvi cosa ci ha spinto ad arrivare in Liguria e a continuare il nostro cammino di innovazione in Italia!

Ciao Francesco, parlaci un po’ di te.

Classe 1981, sono un fisico con un Phd. in Svezia a Uppsala con specializzazione su metodi di calcolo per lo studio di nuovi tipi di materiali, magneti e superconduttori per svariate applicazioni tecnologiche. Ho lavorato come ricercatore fino a tre anni fa quindi sono tornato in Italia dove ho lavorato come consulente nel campo innovazione e sviluppo software. Al tempo stesso, fin dai tempi della Svezia, dove le startup erano particolarmente agevolate, mi sono appassionato a questo mondo a tal punto da partecipare allo Startup Weekend di Milano, in cui ho fatto parte del team primo classificato, con BonAppetour. Nell’occasione ho conosciuto Davide Dattoli, con il quale abbiamo iniziato a elaborare l’idea del TAG Genova. Infine sviluppo, per passione, app quali Rgbsound e The Famous Game, videogioco di musica elettronica, a lungo tra le più scaricate in Italia nel settore, come testimoniato da un articolo pubblicato su Der Spiegel.

Com’è nato Tag Genova? Cosa ti ha spinto ad aprirlo?

Tag Genova è nato dalla collaborazione con la società GHT, che si era già messa in contatto con Davide Dattoli per la realizzazione, nel contesto del parco scientifico e tecnologico, di un Talent Garden.

Pensi sia stata una necessità personale prima che professionale?

Direi entrambe. Personale per dare sfogo alla mia voglia di creatività e contribuire a costruire una realtà stimolante in cui i giovani talenti possano realizzarsi, in Italia e ancora di più nella pigra Genova, dopo averne viste altre in Svezia. Professionale invece per entrare a far parte del network del TAG, con tutte le opportunità professionali che ne conseguono.

Cosa può dare un progetto simile a una città come Genova?



Può finalmente smuovere quelle energie positive e creative che sono presenti nella città ma finora non hanno ancora trovato valvola di sfogo. A Genova gli startupper ci sono e anche tanti, con grandi potenzialità. Ma finora non sono stati supportati. Noi proveremo a dar loro l’assistenza necessaria e soprattutto stimoli, tanti stimoli. Questo sarà possibile perché, per la prima volta, un Talent Garden viene inserito in un vero e proprio ecosistema, come avviene nella Silicon Valley, ossia il parco scientifico di Genova sulla collina degli Erzelli, a 3 minuti dall’aeroporto e dall’autostrada, che ospita due importanti centri di ricerca di Ericcons e Simens ed entro fine anno accoglierà oltre 1200 ricercatori internazionali. Qui è previsto l’insediamento di 12.000 addetti del mondo della ricerca (CNR. IIT e università) e delle imprese high tech. Fuori e dentro TAG gli startupper potranno sviluppare relazioni con investitori ricercatori e manager, anche al bar o nel grande parco verde. La parola d’ordine sarà ‘internazionalità’! Insomma, restare a Genova dovrà poter essere una scelta di vita, potendo contare sulle stesse possibilità di lavoro e crescita professionale di altre piazze.

Quali sono i valori che condividi con il progetto Talent Garden?

Creatività, voglia di mettersi in gioco, condivisione, passione per l’innovazione e soprattutto la convinzione che le idee innovative per crescere abbiano bisogno di un contesto specifico come quello offerto dal Talent Garden!

Valerio Damiano

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…