Entra in Talent Garden
it

Tag Monday #1. I due step del cambiamento: Dalla grande azienda alla start-up e dalla vita lavorativa tedesca all’ambiente italiano.

IlariaIl consiglio del lunedì di Ilaria:
Smetti di lamentarti e lavora sodo, impara, studia ogni giorno finché non scopri cosa vuoi. La tua vera chiave per il business è quello che fai, non quello che dici di saper fare. Se ti aspetti che qualcun altro ti renda felice non esiste lavoro ideale per te.

Questa volta parliamo con Ilaria, ora Country Manager presso DaWanda che:
1. Si è lasciata alle spalle una agenzia di comunicazione/media per ritornare nell’ambiente Start up.
2. Sta attualmente adottando lo stile lavorativo tedesco in un ambiente di forte cultura italiana.

Ilaria è stata team leader, project manager e content & community manager per dodici anni all’interno delle più eccitanti realtà del business digitale.
Nel 2013 ha lasciato questo mondo per entrare in DaWanda, un mercato online tedesco per prodotti unici e artigianali. Le abbiamo fatto qualche domanda:

Cosa ti ha spinto a prendere questa decisione e come ti senti ora?
Sentivo di voler lavorare per una società internazionale che avesse a che fare direttamente con le persone e incoraggiasse i giovani artisti a credere in loro stessi, atteggiamento positivo di cui anche l’Italia ha estremamente bisogno.

In più, volevo tornare a viaggiare: sono spesso a Berlino e questa settimana inizierò a passare per Varsavia. Non vedo l’ora. La Polonia è un paese da tenere in alta considerazione.

L’Headquarter di DaWanda si trova a Berlino e tu lavori con loro quotidianamente. Quali sono le principali differenze che riscontri e che cerchi di implementare nella tua squadra italiana?
Le principali differenze riguardano la gestione del tempo e delle responsabilità:
1. Non rischi di ricevere centinaia di mail quando sei in vacanza o dopo le sette di sera (lo so, è fantastico!). E io, ovviamente, applico queste regole alla squadra italiana!2. Tutti sono concentrati al 100% sul lavoro durante il giorno e danno il meglio di sé. Né Facebook né nessuna altra distrazione rischiano di fare perdere tempo.
3. Dopo il lavoro sei libero di goderti la vita.

Potendo paragonare diverse nazioni, quali sono gli aspetti del vivere in Italia che ti tengono più attaccata al tuo Paese?
Io appartengo a Milano: sono nata qui e ho visto crescere molte culture musicali e artistiche. Mi addolora sentire molte persone che si lamentano di Milano senza nemmeno conoscere la sua storia!

Riguardo l’Italia e la sua burocrazia, sono del parere che se possiedi una visione chiara di quello che vuoi nella vita, è facile vivere anche qui. Nonostante le difficoltà, il non appartenere a una casta o la mancanza di aiuti finanziari, anche per una donna è possibile ambire a posizioni di responsabilità.

”Non importa dove sei, importa cosa fai”
Si dice che in Italia gli stipendi siano bassi, le tasse alte ma se vivessi in un altro paese potrebbe capitarti di pagare un’assicurazione medica o affrontare altri costi che l’azienda non copre. Realizzeresti che ogni nazione ha pro e contro.

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…