Entra in Talent Garden
it

Tag Monday #3: Oltre 6.830 km per studiare design e diventare invece un front-end developer

Il campus di TAG Milano sta diventando sempre più internazionale. E questo anche grazie a Karan, che si è unito alla nostra tagger Moze di recente. Karan è originario dell’India, della colorata Delhi e qualche tempo fa ha attraversato mezzo mondo per migliorare le sue capacità nel campo del design e trasformarsi invece in uno sviluppatore front-end.

karan

Come sei finito a Milano?
Sono arrivato qui per fare un master in Web and Multimedia design in Milan, ma una cosa tira l’altra ed è finite che ho cambiato le mie attività professionali un po ‘.

Hai mai fatto qualcosa di simile alla programmazione prima?
In realtà ho iniziato abbastanza presto, durante i miei anni del college. Avevo circa 17 anni quando ho scoperto l’imprenditorialità a partire dal mio Web & Design business. Allora ho iniziato a costruire siti web ed è diventata una delle mie più grandi passioni. E dipendenze! Sono riuscito ad aprire una piccola azienda e a lavorare in modo indipendente, come ho sempre voluto. Nello stesso tempo ero un designer, uno sviluppatore e un manager. Interessante, ma ho cominciato a guardarmi attorno, oltre il confine indiano – stavo lavorando soprattutto per i clienti di Singapore.

In questo momento lavori in un coworking dallo stile italiano. Avevi già fatto un’esperienza simile?
Beh, è la mia prima esperienza con un team che ha sede in coworking e posso dire che è sicuramente molto più divertente e stimolante a confronto con una vita aziendale per come probabilmente tutti noi immaginiamo che sia, ossia grande ufficio e ritmi rigorosi … sarei probabilmente ingiusto a confrontare le cose senza aver provato entrambe le opzioni, ma dal momento che ho trascorso più di un anno presso una delle più grandi aziende IT italiane Reply, sento la differenza.

Oltre al cambiamento di lavoro e ambiente, com’è vivere in Italia?
Per essere molto onesti, è incredibile! E ‘difficile da capire per gli italiani, ma gli stranieri mi capiranno – tutti quei famosi gesti delle mani, parolacce, cibo incredibile e caffè dopo ogni pasto, lunghissime pause estive – è eccitante! E così potrei andare avanti con la lista… Non me lo sarei aspettato, ma l’Italia è diventata la mia seconda casa, non importa quanto lontano io sia da dove sono nato. Questo fatto diventa più interessante quando considero che non parlo italiano. Ovviamente, l’esperienza di lavoro positiva e le persone deliziose che ci circondano mi ha fatto affezionare al modo di vivere italiano.

Il consiglio del lunedì di Karan:
Per me il modo più semplice per essere motivati ​​ è essere semplicemente felici e appassionati di quello che si sta facendo. È semplice, basta chiedersi ogni mattina se si è soddisfatti di quello che si sta facendo. Se si ottiene un NO per 7 giorni, è il momento di cambiare. La vita è troppo breve per fare qualcosa che non vi faccia gioire. Mangiate quello che vi piace, fate quello che vi piace e non dimenticate di lavorare a una cosa che vi piaccia! Ho appena passato i 22 anni. Non so se sto facendo quello che dovrei fare, o che cosa farò quando ne avrò 40, ma fino ad oggi non mi sono mai risposto NO.

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…