Entra in Talent Garden
it

Grazie a tutti per questi magnifici 3 anni!

happy_birthday2

Abbiamo compiuto 3 anni!

Eravamo partiti da Brescia, nel 2011 con qualche speranza e tante ambizioni. Ma dopo 3 anni, gli avvenimenti hanno superato le nostre aspettative iniziali. Siamo diventati tantissimi: 500 talenti, 8 sedi in Italia, 2 in Europa, 400 eventi avvenuti nel 2014 e più di 43.000 persone sono passate nei tag! Siamo il più grande network di coworking space digitali in Europa e uno dei più importanti player dell’innovazione in Italia. Siamo arrivati fin qui grazie a tutte le persone che ci hanno creduto, a chi ci ha sostenuto, grazie ai tagger che ogni giorno rendono vivi i nostri spazi, grazie ai nostri founder e partner, che hanno voluto portare Talent Garden nelle loro città per farne un luogo di aggregazione per i talenti locali, grazie a tutti voi che ci seguite ogni giorno!

Che cos’è stato Talent Garden per loro? L’abbiamo chiesto direttamente a chi tutti i giorni mette la propria passione al servizio dell’innovazione.

“Per me ha significato un cambiamento radicale nel modo di lavorare e di pensare. C’è stato un cambiamento anche nei modi di relazionarsi tra le persone: all’inizio sembrava solo una questione economica, adesso c’è grandissima sinergia. In questi anni ho imparato ad avere pazienza e umiltà, soprattutto con le istituzioni. Il momento migliore è stato quando è stata la stessa banca, UBI, a cercarmi per aprire insieme Tag #inthecity nel centro di Bergamo”. Alberto Trussardi, Talent Garden Bergamo.

“E’ stata una grande scoperta: ho scoperto una community attiva, partecipativa e propositiva. Ho scoperto che esiste la voglia di lavorare fianco a fianco anche se si fanno lavori differenti, ma magari complementari. C’è la voglia di fare gruppo. Ho imparato a gestire un gruppo eterogeneo di persone, tra abitanti, partner e soci. La cosa migliore? Lavoriamo ogni giorno per far accadere domani il momento più bello”. Kiko Corsentino, Talent Garden Pisa.

“E’ una filosofia, uno stile per fare impresa e comunità, non è solo un coworking. Ho imparato che non esistono solo le startup nel mondo dell’innovazione, ma aziende giovani e meno giovani che si integrano perfettamente tra abitanti e founder. Ci sono stati due momenti che mi hanno fatto venire la pelle d’oca: l’inaugurazione e la sera in cui abbiamo annunciato l’entrata dei ragazzi di TedEx come nuovi founder. Scoprire che due anni dopo c’è o stesso entusiasmo e la stessa voglia di fare dell’inizio, è stata una bellissima soddisfazione”. Gianni Potti, Talent Garden Padova.

“Volevamo creare una community di persone che avessero voglia di cambiare e creare qualcosa di nuovo. Nonostante all’inizio ci avessero dato dei pazzi, siamo felici di dire che si sono sbagliati e che sa avendo successo. Bisogna pensare con la propria testa quando qualcuno ti mette i bastoni tra le ruote. Uno dei momenti più belli è stata l’apertura: credevamo che non venisse nessuno perché è situato in un posto fuori città, invece è stata una grande festa. Quando riesci a comunicare la tua passione, il territorio raccoglie e ti dà soddisfazioni”. Elisabetta Migone, Talent Garden Genova.

“Talent Garden è nato come un progetto dal basso per innovare il nostro sistema. In questi anni ho imparato che per avere qualcosa dagli altri, devi prima fare un passo indietro. Questo passo indietro l’abbiamo fatto spesso, e vedere l’enorme risposta della città quando abbiamo portato l’innovazione in piazza ci fa continuare a credere che stiamo andando nella direzione giusta”. Lorenzo Maternini, Talent Garden Brescia.

“Ho capito che “volere è potere” è un’enorme bugia. Solo fare è potere. E fare con gli altri è potere tanto, forse anche tutto. L’emozione dei primi giorni è stata grande: le visite dei nuovi aspiranti tagger, il crescente passaparola, ma soprattutto leggere la prima intervista di un nostro tagger in cui affermava che uno dei fattori principali della crescita della sua startup era l’avere sede in TAGMilano. Era il segno che tutti cominciavamo a raccogliere i frutti di quanto seminato”. Marcello Merlo, Talent Garden Milano.

“Quando abbiamo aperto volevamo creare un luogo di incontro e di passaggio per gli innovatori. Adesso possiamo dire che ci siamo riusciti, i nostri abitanti ci aiutano giorno per giorno a creare l’atmosfera giusta per creare una community e un posto dove si vuole passare il proprio tempo. Cerchiamo di rinnovarci spesso e far sentire che il cambiamento è sempre in atto e che questo è il luogo giusto per capirlo”. Fabio Sferruzzi, Talent Garden Torino.

“Quando abbiamo deciso di aprire, non abbiamo deciso di portare solo uno spazio di coworking, ma di portare l’innovazione in Calabria. Con gli altri soci, abbiamo scelto di condividere un obiettivo, un sogno e l’abbiamo visto realizzato dopo tanti sacrifici. Facciamo parte di una squadra più grande sul territorio, solo così potremo raggiungere obiettivi più grandi. Il momento migliore è stato il primo viaggio insieme agli altri soci per vedere com’erano gli altri TAG e quando ci iniziavano ad arrivare i mobili: il sogno era diventato realtà”. Lucia Moretti, Talent Garden Cosenza.

“Abbiamo voluto importare il modello di Talent Garden in Lituania perché ha un’identità molto forte e perché vogliamo credere nell’innovazione del nostro paese. Stiamo cominciando ora ad arredare gli spazi e piano piano TAGKaunas sta prendendo forma. Siamo curiosi di vedere come si evolverà!”. Arthur Bulota, Talent Garden Kaunas

“Sarà un centro di innovazione che potrà convogliare tutti gli attori del panorama digitale non solo del territorio. Il Lussemburgo è sede di una delle comunità tecnologiche più attive in Europa grazie all’apertura del mercato, è il posto giusto dove creare un luogo come TAG”. Mario Caneschi, Talent Garden Differdange.

“Mi sembra ieri che i primi abitanti entravano a TAG Brescia nel Dicembre 2011, oggi siamo in 500 in dieci città d’Europa. Siamo cresciuti ma è rimasta la voglia di fare, la voglia di cambiare il territorio e di sapere che persone di qualità insieme creano qualche cosa di meraviglioso. Bello vedere che i talenti sono ovunque e con i giusti strumenti possono costruire un mondo migliore. Ad altri 1095 giorni come questi!” Davide Dattoli, Talent Garden.

Grazie per questo incredibile 2014 e grazie per questi tre anni, speriamo i prossimi siano ancora più d’impatto. Non stiamo cambiando solo i nostri territori, stiamo riuscendo a creare un piccolo ecosistema in tutta Europa che oggi sta dimostrando che giovani, innovazione e voglia di fare porta dove si vuole!

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…