ENTRA IN TALENT GARDEN
it

30 paesi in 2 anni: ecco come sono diventato un nomade digitale

Jacob - travelling to Koh Samui Island

Essere nomadi digitali è il nuovo stile di vita adatto a chi ha voglia di avventura e grazie alla tecnologia può viaggiare e lavorare, rompendo le catene che legano la maggior parte dei lavoratori agli uffici tradizionali. E’ un trend in fortissima crescita e circa i due terzi di chi prende questa decisione diventa freeleancer oppure fonda il proprio business virtuale e ha un team diffuso. (Upwork)

Jacob Laukaitis, nomade digitale e membro di Talent Garden, ci ha raccontato la sua storia e la sua decisione di cambiare completamente la sua vita, viaggiando in oltre 12 paesi in un solo anno continuando a far crescere il suo business.

Imprenditore digitale e nomade, scrittore appassionato e avventuriero. Guadagni mentre viaggi, ma come fai? Raccontaci di più su di te: quando, dove e come è cominciato tutto?

Ho fondato la mia prima azienda all’età di 15 anni e la sto gestendo online da allora. Sono diventato un digital nomad circa 2 anni fa, quando ho lanciato una piccola, ma molto redditizia, agenzia di social media marketing. Lavoro 3-5 ore a settimana e posso lavorare da qualunque parte nel mondo, così sono andato in 12 paesi quest’anno. Sono anche il cofondatore di un’azienda di coupon che si chiama ChameleonJohn.com. Anche se questo è un progetto molto più grande rispetto all’agenzia, posso lavorare tranquillamente da remoto, finché dimostro che ho completato tutto ciò che dovevo fare.

Quale posto chiami “casa” e quale posto consideri il tuo “ufficio”?

La percezione di cosa è una casa per me è cambiata drasticamente negli ultimi 2 anni. Per adesso la mia casa è da nessuna parte e ovunque allo stesso tempo. Cosa che secondo me è fantastica. Parlando invece del mio ufficio, è qualunuque tavolo nel mondo a patto che abbia il mio computer e la connessione wifi. Frequento spesso anche gli spazi di coworking. Al momento, sono membro del network di Talent Garden, che è molto comodo per chi viaggia in Europa, specialmente al sud, poiché con una sola membership puoi usare tutti i 12 campus. I coworking sono i migliori uffici per me, perché posso conoscere molti imprenditori interessanti, professionisti e nomadi digitali come me. Per fortuna, TAG aprirà presto anche dei campus in Asia, così sarà più facile per i viaggiatori-lavoratori avere una base anche li.

Qualche consiglio per chi è in procinto di partire per il proprio viaggio?

Certo! Per chiunque voglia diventare un digital nomad, ecco alcuni utili consigli: non pianificare troppo sul lungo periodo, continuate a spostarvi e ad esplorare nuove culture (se avete tempo, imparate nuove lingue); finite sempre il vostro lavoro prima di andare a fare surf, scalare le montagne o qualunque altra cosa emozionante; dovunque viaggiate, cercate di farvi ospitare, è il modo migliore per farvi nuovi amici e conoscere la cultura del posto. Ho appena creato una newsletter che si intitola “3 consigli per diventare un nomade digitale”, può essere utile per chi vuole partire.

Qual è stato il tuo più recente successo?

Negli ultimi due anni ho viaggiato in oltre 30 paesi, facendo crescere ChameleonJohn.com che è diventata un’azienda affermata. Inoltre alcuni dei miei articoli riguardo i digital nomad sono diventati molto popolari, come ad esempio “Why I will never live 9 to 5”, che ha ricevuto più di 160 mila visualizzazioni su Medium.

Viaggia e avventure: puoi condividere ancora qualcosa sui tuoi viaggi e più grandi avventure che hai avuto?

Ho passato la maggior parte del mio tempo in Asia, poiché sono affascinato dalla sua storia, dalle sue numerose culture e dalle opportunità per le aziende digitali. Sono stato in 11 paesi lì, in alcuni sono tornato più volte. Ho passato un mese ad esplorare il Giappone, ho preso la licenza da sub nelle Isole Gili, scalato i vulcani a Bali, esplorato tantissimi templi in Myanmar e Cambogia, fatto snorkeling con gli squali balena nelle Filippine e girato in moto per decine di isole, città e paesini.

Ho appena finito un giro in moto nei Balcani. Ho guidato per oltre 8.000 kilometri attraverso 15 paesi in sole 4 settimane, completamente solo.

Dicci qualcosa in più riguardo i tuoi piani. Ne hai? Qual è la prossima destinazione?

Non faccio solitamente piani precisi, ho qualche idea su dove voglio andare e cosa voglio fare. A partire dal 1 settembre, passerò una settimana di relax in Thailandia, un mese insieme al mio team in Bali, un mese in giro per l’Indonesia ad imparare la loro lingua ufficiale, due mesi in India in cui vivrò per due settimane nelle baracche a Mumbai, tre mesi a Taiwan per impare il Mandarino e connettermi con l’ecosistema locale delle startup e per tre mesi viaggierò esplorando la Cina.

Come descriveresti la tua vita in 5 parole?

Non la cambierei per nulla!

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…