ENTRA IN TALENT GARDEN
it

Realizza il tuo sogno nel cassetto con Ulule

Ulule

Se hai un progetto che ti sta a cuore e non sai come finanziarlo, oggi c’è Ulule, la prima piattaforma di crowdfunding che offre ad ogni progettista un servizio di accompagnamento personalizzato, al fine di favorire la realizzazione di iniziative con un forte impatto sociale. Nonostante quello italiano sia ancora un mercato frammentario, l’azienda francese ha scelto Milano e Roma, e in questo secondo caso la sede di Talent Garden Poste Italiane, per portare avanti la propria mission: dare vita alle belle idee.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Tania Palmer, Operations Manager Italia di Ulule.

1. Qual è il panorama del crowdfunding in Italia? Quali sono le caratteristiche peculiari di questo mercato?

Alla fine del 2015, l’Italia rappresentava il 10% del mercato Europeo del crowdfunding e tra le varie tipologie di crowdfunding che esistono attualmente (reward, equity, lending e donation) il modello del reward-based incideva per il 13% sul mercato nazionale (Starteed, 2016). Inoltre,  il mercato italiano è particolarmente frammentato con piattaforme settoriali, generaliste, nazionali, territoriali, etc. Cronologicamente si tratta di un mercato che non si potrebbe qualificare come il più giovane (la prima piattaforma di crowdfunding italiana, Produzione dal Basso, è stata creata nel 2005), mentre in ordine di sensibilizzazione e comprensione da parte del grande pubblico su ciò che è il crowdfunding si nota facilmente che abbiamo a che fare con un panorama ancora poco maturo.

2. Come funziona esattamente Ulule?

Ulule è una piattaforma generalista di reward-based crowdfunding. Nata a Parigi nel 2010, Ulule è l’unica piattaforma ad oggi che propone ad ogni progettista un servizio di accompagnamento personalizzato in modo tale da essere seguiti passo per passo nella propria avventura di crowdfunding. Riteniamo questo processo di tutoring indispensabile per lo sviluppo di un crowdfunding sempre più responsabile e trasparente. Inoltre, grazie a esso, Ulule è la piattaforma con il tasso di successo più elevato (del 68% per il 2016).

In aggiunta al tutoring, per creare un ambiente di fiducia sia per i progettisti che per i sostenitori, Ulule applica un doppio sistema di convalida. Ogni progetto viene analizzato da un esperto di crowdfunding prima di essere ammesso sulla piattaforma, dopodiché si inizia il tutoring e si pubblica la campagna online quando sia il progettista che il tutor la giudicano pronta al lancio.

Inoltre, l’accettazione dei progetti presentati si basa su due criteri fondamentali: 1) il progetto deve essere adatto al reward-based crowdfunding (cioè non accettiamo progetti dedicati all’equity oppure al lending-based crowdfunding), 2) il progetto deve essere di scopo collettivo (ad esempio: l’apertura di un panificio in un quartiere, la pubblicazione di un libro, ecc.).

3. Cosa propone Ulule di diverso rispetto alle altre piattaforme?

Sin dalla sua creazione Ulule ha avuto il desiderio di creare la prima community di crowdfunding europea, per questo motivo la piattaforma è disponibile in 7 lingue (spagnolo, francese, tedesco, italiano, inglese, portoghese, olandese) con uffici a Parigi, Barcellona, Bruxelles, Roma, Milano e Montreale. Questo approccio permette ai progettisti e ai progetti, europei o internazionali, di creare una campagna in varie lingue nell’ottica di raggiungere e mobilitare più facilmente le loro community multilingue. Inoltre, uno dei principali componenti del DNA di Ulule è quello della trasparenza, un aspetto indispensabile per creare più fiducia possibile riguardo al funzionamento del crowdfunding. Abbiamo quindi reso la totalità delle nostre statistiche aperte ed accessibili.

Infine, oltre al tutoring personalizzato offerto ai progettisti, offriamo anche dei workshop sul crowdfunding permettendo ai partecipanti di capire i passi da seguire per creare e/o sostenere una campagna.

4. Quali sono i progetti più interessanti sviluppati finora in Italia?

Come Operations Manager Italia ho ormai seguito personalmente oltre 450 progetti italiani, ognuno ha una storia da raccontare e condividere e devo precisare che non sono per forza quelli che raggiungono le cifre di finanziamento più alte che sono i “più interessanti”. Detto ciò, tra i più emblematici citerei certamente: Bruti, un gioco di carte creato da Gipi; Salvare Sammezzano, per la creazione di un’associazione dedita a  tutelare e valorizzare il castello; Afghanistan Missione Incompiuta, per la stampa del libro di Nico Piro – giornalista inviato del Tg3 – come memoria storica di 14 anni di guerra; Come 4org, per sostenere la creazione di un sito porno dove i proventi vanno in beneficenza; e infine, Cotto e Frullato, per permettere alla già nota web series di realizzare un film coinvolgendo tutti i frullomani.

5. Perché avete deciso di stabilirvi a Talent Garden?

La natura propria della nostra attività è basata sulla collaborazione e la creazione / la crescita delle nuove idee, per questo ci è sembrato naturale in questa fase di sviluppo sul territorio italiano appoggiarci ad un coworking come Talent Garden che ci permette di scoprire e collaborare con varie realtà.

6. Quali sono gli effetti positivi della condivisione dell’ufficio?

Ne esistono tanti, ma quello che sentiamo di più – soprattutto essendo un piccolo team qui a Roma –  è quello di sentirsi parte di un ambiente particolarmente stimolante nel quale è più facile creare sinergie e lasciarsi sempre più contaminare dalla comune passione per l’innovazione e tutte le sfide che essa comporta.

7. Quali sono i vostri obiettivi per il 2017?

Per continuare a dare vita alle belle idee, tra i nostri tanti obiettivi per il 2017 c’è quello di continuare a sensibilizzare il pubblico sul crowdfunding grazie all’organizzazione sempre più attiva di workshop in più città d’Italia grazie allo sviluppo di Ulule Academy. In parallelo desideriamo creare delle partnership (finanziarie e operative) con forti ed importanti realtà italiane per continuare a proporre agli Ululiani, progettisti e sostenitori, degli approcci al crowdfunding responsabili e altamente innovativi. Oltre a questo il gufo ha tanti altri grandi obiettivi, però non sarebbe giusto svelarveli tutti così in anticipo!

Leggi anche: Clienti e tassisti mai così connessi grazie a mytaxi 

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…