ENTRA IN TALENT GARDEN
it

Quando musica e grafica si incontrano, storia di Nicholas Barisich

Nicholas Barisich

Come sta cambiando il panorama della musica in Italia grazie al digitale? Se da un lato il web permette a chiunque di improvvisarsi cantante, dall’altro si rischia di perdere di vista la vera qualità della produzione musicale. Questo il punto di vista di Nicholas Barisich, freelance che lavora a Talent Garden Cinecittà e che fonde la propria passione per la musica con il suo lavoro di grafico.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con lui per capire meglio di cosa si occupa.

1. Lavori come freelance, quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta?

Decidere di diventare freelance è innanzitutto una scelta di vita che, per una mente creativa, diventa quasi una scelta obbligata. I vantaggi sono ovviamente legati alla possibilità di rapportarsi con realtà differenti, clienti differenti e quindi esigenze differenti. Lo svantaggio, forse, è quello fondamentalmente di non avere un posto di lavoro sicuro, fisso… ma considerando la situazione lavorativa attuale, non è poi tanto diverso dal lavorare come “dipendente.”

2. Perché hai scelto Talent Garden?

Per l’atmosfera. Ho conosciuto Talent Garden grazie ad un’azienda per la quale feci un colloquio più o meno un anno fa e mi innamorai all’istante dell’ambiente. Ero interessato a prendere una postazione a Talent Garden Poste Italiane anche se molto distante da dove abito, poi l’apertura del campus a Cinecittà ha spianato la strada verso il mio ingresso nel mondo di Talent Garden.

3. Ci racconti qualche progetto interessante che hai sviluppato per il tuo lavoro?

L’azienda più importante per la quale lavoro si occupa della produzione e della vendita del merchandising di importanti artisti del panorama musicale italiano. Per loro curo la parte grafica, le strategie di comunicazione online e gestisco il sito e-commerce, nonché ho l’onore di interfacciarmi con alcuni che considero dei veri e propri “idoli” del mio settore, soprattutto se parliamo dell’ambito musicale: Sergio Pappalettera, da sempre il creativo di Jovanotti, Radio Deejay, Laura Battista, che lavora per artisti del calibro di Laura Pausini, e tanti altri “brand” enormi del settore. Interfacciarmi con personalità del genere è per me già un privilegio! Progetti interessanti sviluppati in questo ambito? Parecchi: l’ultimo di cui vado molto fiero è il layout grafico che ho realizzato per una t-shirt per il merchandising di Ligabue dove, in parole povere, ho fatto una vera e propria “cover” (per usare un lessico musicale) di una t-shirt indossata da lui in uno dei suoi ultimi videoclip e che, al momento, sembra essere la preferita dal pubblico.

4. Come sta cambiando il panorama musicale con le nuove tecnologie?

Oltre al lavoro da grafico cerco di portare avanti, da solo e con le mie forze, un’attività da cantautore (che più che un hobby o una passione credo sia proprio un’esigenza fisica, quella di comunicare attraverso le canzoni). La tecnologia oggi mette a disposizione strumenti che aiutano moltissimo chi vuole produrre musica: dai software per registrare alle schede audio sempre più performanti fino ai canali di distribuzione di musica online, oggi ormai chiunque può fare un album e venderlo… infatti l’ho fatto anch’io! Però, nonostante si possa fruire potenzialmente di molta più scelta rispetto a 20/30 anni fa, i dischi si vendono meno. Forse, e parlo anche per me, siamo un pò “viziati” da tutta questa tecnologia che ci getta fumo negli occhi e ci fa credere che una pagina Facebook con molti like basti ad essere un artista. Anche l’ambiente della grafica pubblicitaria sta subendo la stessa problematica: i “non professionisti” pensano che sia sufficiente scaricare photoshop, guardare due tutorial su YouTube e il gioco è fatto. Ci vuole cultura, conoscenza e sensibilità per ottenere un buon risultato, in qualsiasi ambito della vita.

5. Quali sono i tuoi progetti nel breve termine?

Mi piacerebbe fondere tutto il know-how che ho immagazzinato negli anni per portare avanti la mia attività che ormai non credo sia più soltanto quella di un grafico, ma di un vero e proprio esperto (ed appassionato) di comunicazione. Poi, sicuramente, godermi mia figlia e la mia famiglia… e anche la mia chitarra!

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…