ENTRA IN TALENT GARDEN
it

Design e Intelligenza Artificiale: nuove opportunità di interazione

Laura Licari

Manca meno di un mese a Futureland, il nostro grande evento dedicato alle tecnologie emergenti e al loro impatto sul mondo del business. Oltre a realtà virtuale, realtà aumentata e robotica, parleremo anche di intelligenza artificiale, area di studi che è recentemente tornata al centro del dibattito politico e culturale globale. Tra gli speaker che tratteranno applicazioni e nuovi trend relativi all’AI anche Laura Licari, esperta di design e customer experience presso frog design.

1. Ci racconti brevemente il tuo background e di cosa ti occupi?

Creative Director specializzata in Customer Experience Strategy e Product Innovation, in frog da 6 anni, mi occupo a tempo pieno di progetti di innovazione sia in ambito consumer che B2B per grandi brand italiani ed internazionali.

Ho un background in Product Design e una lunga esperienza nella guida di progetti Digitali, competenze che metto in pratica su progetti che coprono l’intero processo di innovazione per le grandi aziende. L’imprinting strategico e multi disciplinare di frog mi ha portato a guidare progetti che spaziano dalla trasformazione digitale all’adozione di processi agili e iterativi di innovazione, non dimenticando ovviamente che la strategia ha senso se legata ad obiettivi concreti di rilascio sul mercato di prodotti e servizi eccellenti.

Credo molto nel valore della divulgazione sul territorio per promuovere un diverso all’innovazione, sono stata host di Creative Mornings per 4 anni e sono co-fondatrice di Converge, community realizzata in partnership con il team di Google con l’obiettivo di avvicinare il mondo della tecnologia, del design e del business.

2. In che modo il design sfrutterà le potenzialità dell’intelligenza artificiale per creare prodotti davvero utili ai consumatori? Puoi farci qualche esempio?

Il design è uno strumento essenziale per le aziende per definire il corretto spazio di opportunità per l’intelligenza artificiale in linea con le aspirazioni e i bisogni dei propri utenti.

L’approccio di una tecnologia in hype richiede infatti la lucidità analitica e creativa del design strategico per definire nuove (ed efficaci) opportunità di interazione tra clienti ed azienda.

Alcune delle domande classiche che il processo di design human centered aiuta a rispondere:

E’ un chatbot la risposta corretta ad ogni problema / al mio problema? Come definire la personalizzazione di un’interazione intelligente su tipologie di utenti (e bisogni) diversi? Come veicolare contenuti rilevanti per settori particolarmente tecnici o naturalmente complessi per l’utente? In che modo veicolare la scoperta delle potenzialità (e i limiti) di un sistema intelligente?

Alcune delle risposte, e i metodi di design che usiamo per dare risposta a queste domande saranno il focus del mio contributo a Futureland.

3. Qual è l’impatto delle tecnologie emergenti sul digital storytelling?

L’intelligenza artificiale sta già rivoluzionando lo storytelling, trasformando il modo in cui le organizzazioni progettano e controllano il messaggio che arriva all’utente. L’AI richiede infatti il disegno di interazioni su plot ad improvvisazione. Il design di questo nuovo approccio di interazione conversazionale richiede quindi la creazione di percorsi flessibili e versatili la cui evoluzione si basa in maniera essenziale sulla conoscenza dell’utente, non solo preventiva, ma anche l’analisi dei comportamenti in relazione alle interazioni con l’AI.

4. Cosa ti aspetti da un evento come Futureland?

Futureland è un’ottima iniziativa che mi auguro permetterà di discutere e costruire opportunità concrete di innovazione strategica iniziando una conversazione multi disciplinare sull’adozione di AR/VR e AI discutendo casi d’uso, limiti ed opportunità reali.

 

Buy your pass for Futureland now!

Discover all ticket options on our website.

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…