ENTRA IN TALENT GARDEN
it

Con Poste Hack 5 il risparmio diventa digitale!

Poste Hack 5

Si è conclusa lo scorso weekend la quinta edizione di Poste Hack, la maratona di idee organizzata da Talent Garden in collaborazione con Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti. Developer, designer ed esperti di marketing hanno lavorato ininterrottamente per tre giorni per sviluppare progetti innovativi legati al tema del risparmio postale e del coinvolgimento dei clienti sia online che offline. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con €VO APP, il team vincitore, che ha sviluppato un’applicazione per integrare i servizi PostePay con sconti BancoPosta ed aprire libretti postali digitali.

1. Perché avete deciso di partecipare a Poste Hack?

Uno dei motivi principali crediamo sia stato il voler metterci alla prova, sapevamo che avremmo potuto dare il nostro contributo a Poste Italiane e CDP dopo aver letto il brief assegnato.

Nessuno di noi si conosceva, il team si è formato in loco, ma sin dalle prime ore gli ingranaggi hanno cominciato a muoversi nel modo giusto.

Sapevamo che un Hackathon dà ottime possibilità di fare networking e di arricchire il bagaglio culturale di ciascuno di noi; non ci aspettavamo di trovare nuovi amici e provare così tante e belle emozioni come di fatto poi è stato. Sicuramente un’esperienza da consigliare!

2. Com’è nato il progetto €VO APP e di cosa si tratta esattamente?

L’idea di come rendere i processi dei libretti postali e dei buoni fruttiferi postali più snelli e appetibili per un’utenza più giovane è nata da un brainstorming collettivo. C’è da dire però che la spinta su questa decisione è stata fornita dalla nostra insider delle Poste, Alice, la quale ci ha spiegato le problematiche che spesso nota nel lavoro quotidiano: attualmente non esiste la possibilità di trasferire denaro direttamente e in autonomia dalle carte PostePay ai libretti postali, movimentazione che darebbe la possibilità ai clienti di far fruttare i propri risparmi evitando giacenze di denaro troppo alte su carte ricaricabili.

Da questo punto di partenza abbiamo aggiunto diverse features come l’implementazione del programma di cashback già presente nell’offerta Poste, permettendo ai clienti di far accreditare direttamente sul libretto postale una piccola somma di denaro ottenuta dopo un acquisto effettuato all’interno dei negozi aderenti all’iniziativa. Secondo il nostro marketer Filippo questa poteva essere una spinta in più, che avrebbe attratto maggiormente i clienti e dato l’opportunità a Poste di far conoscere ancora di più il programma.

Inoltre con l’aiuto della tecnologia, per tutti i possessori di PostePay Evolution, sarà possibile aprire il libretto postale direttamente da €VO tramite smartphone, autenticandosi con un semplice selfie, evitando di recarsi fisicamente presso l’ufficio postale. L’apporto di Mario, il nostro developer, e Davide, il nostro designer, sono stati fondamentali per la realizzazione dell’idea.

€VO App si riassume in libertà di movimento e risparmio di tempo, sia da parte di Poste che dei clienti stessi, semplificando i classici ed obsoleti processi.

3. Quali sono i possibili orizzonti di sviluppo?

Il punto forte di €VO App è proprio la fattibilità. Infatti trattandosi di un’applicazione per smartphone, basterà che Poste sviluppi la nostra app. O potrebbe semplicemente implementare tali funzioni sull’app per Postepay già esistente negli stores. Un basso effort per PI, un grande risultato per tutti.

4. Qual è l’aspetto più difficile del lavoro di gruppo?

Il nostro punto di forza è stato sicuramente il lavoro di squadra. Raramente ci siamo trovati di fronte a situazioni interne negative o frustranti. Quattro sconosciuti, che si sono incontrati il venerdì sera durante il brief, e che nei due giorni a seguire hanno messo da parte atteggiamenti egocentrici e di leadership, per focalizzarsi sulla buona riuscita del progetto. Ci abbiamo messo tutto noi stessi, le nostre capacità, skills ed esperienze. Le nostre differenze sono state la nostra forza, permettendoci di trovare una sinergia che ci ha permesso di puntare dritti verso un’unica direzione.

5. Qual è stato l’elemento più interessante dell’evento? 

L’aspetto più interessante è stato sicuramente il lato umano, non solo all’interno del nostro team, ma anche con tutti gli altri team, gli organizzatori dell’evento e gli specialisti presenti delle due aziende promotrici. Un’organizzazione eccellente e divertente.

Una nota speciale vorremmo dedicarla al nostro “hero/mentor” Mattia, che ci ha aiutato a tenere sù il morale, indirizzarci verso una corretta esecuzione senza intromettersi nel processo delle idee: Grazie!

 

Leggi anche: Secondo round di investimento per le ricette a domicilio di Quomi

Entra in Talent Garden
Il mio indirizzo di email è
Vorrei
Di
Aggiungo che…