Coworking project, il guest post che Massimo Carraro ha scritto per Talent Garden!

Questa settimana siamo veramente felici di ospitare sul nostro blog una persona che in tempi non sospetti ha creduto ed investito nello scambio di idee e sul fare community attraverso il CoWorking, la sua scommessa si chiama Cowo. Cowo è “E’ una proposta per chiunque abbia uno spazio professionale già attivo, e sia interessato a entrare in contatto con altri professionisti su base continuativa, realizzando – nel contempo – un piccolo guadagno.” Un ottima idea nata nel 2008 e oggi diffusa con più di 50 partner in Italia, ecco il saluto di Massimo a TAG.

Ciao giardinieri del talento!

Mi chiamo Massimo e gioco al coworking dal 2008. Il piacere che mi dà aiutare le persone a mischiarsi e a lavorare insieme è piaciuto anche ad altri, ed ora il giocattolo “Cowo“, che tutti insieme ci siamo inventati, comprende una 50ina di spazi di coworking in tutta Italia.

E’ un esperimento curioso e interessante, anche perché portato avanti con la serenità di chi non deve obbedire a un business plan, ma preferisce seguire le logiche delle relazioni, delle affinità.

Affinità che ci portano immancabilmente ad annusare (e prima o poi ad assaggiare) tutte le novità che nascono sui vari pianeti della galassia coworking.

Tra queste, Talent Garden è certamente una delle più valide, forse anche per il suo bel nome (mai sottovalutare l’importanza dei nomi!).

Per spiegare quanto valore c’è in questa iniziativa, ho pensato che sarei stato meno noioso se avessi semplicemente elencato in 10 punti…

Sign up to our newsletter

Stay up to date with all the latest news