Disculpa, pero esta entrada está disponible sólo en Italiano.

ATTENZIONE: in accordo con le nuove direttive ministeriali, l’evento è stato annullato.

Da diversi anni due ordini di preoccupazioni di opposta natura si confrontano riguardo il “futuro del lavoro”.

Secondo un filone, l’impiego sempre più diffuso dei robot e dei prodotti dell’intelligenza artificiale nei processi produttivi in sostituzione del lavoro umano tenderebbe a rendere sempre più scarse le opportunità di lavoro, e sarebbe la principale causa di disoccupazione. In senso diametralmente opposto sono orientate le analisi dell’altro filone, che mettono in evidenza come il processo di progressiva sostituzione del lavoro umano con le macchine, iniziato sin dal diciottesimo secolo con la rivoluzione industriale, abbia stimolato un progressivo aumento del livello generale di benessere. Ciò perché i lavoratori “espulsi dalle macchine” dai processi produttivi sono stati impiegati per soddisfare sempre nuove esigenze, in passato rimaste insoddisfatte. In particolare, secondo la teoria portata avanti da questi ultimi, il problema che fronteggiano oggi gran parte dei paesi, e in particolare quelli economicamente più sviluppati, non è quello di una carenza di lavoro da svolgere, ma, al contrario, quello di una carenza di lavoratori.

Nonostante la divergenza dal punto di vista delle prospettive per quel che riguarda la relazione fra domanda e offerta complessiva di lavoro, entrambe le correnti di analisi concordano sul fatto che è in corso un processo di profondo mutamento della natura delle opportunità di lavoro.

Durante questo meetup organizzato dalla community Democratize A.I., con il professore emerito di Economia presso l’Università della Calabria Antonio Aquino, si cercherà di approfondire sia la relazione, in prospettiva, fra domanda e offerta complessiva di lavoro, sia i mutamenti nelle caratteristiche qualitative della domanda complessiva di lavoro.

Conosciamo lo speaker:

Antonio Aquino nasce a Cosenza nel 1946, dopo il Diploma presso l’Istituto Pezzullo di Cosenza consegue la laurea presso l’Università Bocconi nel 1970 e il Ph.D. presso la London School of Economics nel 1976. Nel 1987 vince il premio Saint Vincent per l’Economia e per alcuni anni dopo la laurea svolge attività di ricerca applicata a Milano e Ivrea. Successivamente diventa docente di materie economiche presso l’Università della Calabria, dove ricopre diversi incarichi tra i quali la presidenza della Facoltà di Scienze Economiche e Sociali e la direzione dei dipartimenti di Economia e Statistica e di Organizzazione Aziendale e Amministrazione Pubblica.

Dal 2018 fa parte del Comitato Scientifico dei Soci Onorari della Società Italiana di Economia e Politica Industriale.

Appuntamento in Talent Garden Cosenza martedì 31 marzo alle 18:00, non mancare!

election-event-on-a-calendar-with-star-symbol Created with Sketch. CUANDO:
31/03/2020
maps-and-flags Created with Sketch. DÓNDE:
Talent Garden Cosenza, via Alberto Savinio snc, c/o Quartiere San Gennaro, Rende (CS)
Regístrate aquí
Nuestros Partners

Suscríbete a nuestra newsletter

Mantente al día de nuestras novedades