Web Developer: breve guida sull’esperto di programmazione

Disculpa, pero esta entrada está disponible sólo en Italiano.

Leggere le news dal nostro smartphone, sfogliare il feed di un social network, ascoltare un podcast, acquistare un prodotto da una piattaforma di e-commerce. Per milioni di persone tali operazioni fanno parte della quotidianità e l’accesso a servizi di questo tipo viene dato ormai per scontato. Tuttavia, nulla di quanto elencato in precedenza sarebbe possibile senza il lavoro dei Web Developer, ossia quella categoria di sviluppatori software che realizzano applicazioni disponibili via browser tramite appositi linguaggi di programmazione e tecnologie standard per Internet.

Di che cosa si occupa un Web Developer?

Il Web Developer si occupa della progettazione, dello sviluppo e della gestione di siti, applicazioni, servizi e piattaforme Web. Questa figura professionale può lavorare in modo indipendente, come freelance, assumendo il ruolo di consulente esterno per un’impresa, oppure può essere assunto all’interno di una realtà aziendale.

L’obiettivo primario di un Web Developer è, quindi, quello di soddisfare appieno le esigenze del proprio cliente o datore di lavoro, realizzando software quanto più conformi possibili alle sue aspettative e necessità. Nelle realtà aziendali più strutturate il Web Developer viene spesso affiancato da:

  • Web Designer: responsabile dell’esperienza utente offerta da un’applicazione o da un servizio;
  • Webmaster: figura addetta all’amministrazione di un sito Web;
  • Web Content Manager: colui che si occupa di gestire la produzione e la distribuzione dei contenuti sulle piattaforme Web based. 

Tutti questi ruoli sono infatti fortemente interconnessi e durante il processo di scrittura del codice lo sviluppatore Web ha bisogno di lavorare a stretto contatto con queste figure. Idealmente un Web Developer si dovrebbe focalizzare unicamente sulla scrittura del codice che anima un software. Tuttavia non è raro che nei progetti più piccoli, e solitamente per questioni di contenimento del budget, i ruoli sopra citati vengano ricoperti interamente da un singolo sviluppatore Web.

Esistono varie tipologie di Web Developer, o di sviluppatore software in generale, riassumibili nelle categorie seguenti:

  • Front-end Developer: si occupa della creazione dell’User Interface e di tutte quelle funzionalità con cui l’utente può interagire direttamente;
  • Back-end Developer: realizza tutto ciò che sta “sotto il cofano” e si concentra sul “lato server” dell’applicazione come ad esempio la gestione e la strutturazione del database e l’integrazione con i servizi Web e le relative API (Application Programming Interface);
  • Full-stack Developer: gestisce ogni aspetto dello sviluppo di un applicativo o di una piattaforma. Si tratta di un operatore in possesso di un ampio ventaglio di competenze in materia di software development.

Quali sono le responsabilità di un Web Developer?

Durante il suo lavoro il Web Developer ha delle specifiche responsabilità, di seguito elencate:

  • Scrivere codici sorgente tramite i principali strumenti, framework e linguaggi: avere perfetta padronanza di standard come HTML, CSS e Javascript è essenziale per il Web Developer, che deve tenersi costantemente aggiornato sulle novità del proprio settore e sui tool dedicati al Web development (come ad esempio gli Integrated Development Environment); 
  • Creare interfacce utente: oltre allo sviluppo del codice il Web Developer deve saper strutturare e realizzare la GUI (Graphical User Interface) che l’utente andrà ad utilizzare per interagire con una piattaforma. In Rete esistono decine di framework e librerie JavaScript che permettono di automatizzare gran parte del lavoro di sviluppo (per proporre un esempio concreto: l’interfaccia utente del noto code editor open source Visual Studio Code, implementato da Microsoft, è stata sviluppata tramite il framework Electron, una delle più note soluzioni per la creazione di App cross-platform);
  • Implementare Content Management System: per facilitare la gestione dei contenuti presenti all’interno di una piattaforma, il Web Developer ha il compito di installare e configurare uno strumento che permetta anche agli utenti meno esperti di amministrare le varie tipologie di contenuti e di gestire la loro pubblicazione;
  • Adottare protocolli di sicurezza e di tutela della privacy: con l’introduzione delle normative europee inerenti la protezione dei dati personali, ossia il famoso GDPR (General Data Protection Regulation), è diventato essenziale che i Web Developer contemplino sempre, durante lo sviluppo di una piattaforma o di un applicativo, l’uso dei più recenti protocolli di sicurezza e delle tecnologie di crittografia;
  • Debug e Testing: il Web Developer si occupa solitamente anche della manutenzione del codice e dell’esecuzione di test di sicurezza mirati, in modo da assicurarsi che le funzionalità da lui implementate siano affidabili e funzionino correttamente così come sono state progettate inizialmente.

Come si diventa un Web Developer?

Per intraprendere la carriera di Web Developer è possibile, ma non strettamente necessario, frequentare un corso di studi universitario. Non di rado chi lavora nel settore dello sviluppo per il Web ha infatti frequentato dei bootcamp online focalizzati sul settore, tra cui CodeMaster di Talent Garden Innovation School.

Quali sono le opportunità di carriera di un Web Developer?

Le opportunità di carriera per il Web Developer sono numerose. Qualsiasi impresa interessata ad offrire un bene o un servizio online avrà sicuramente bisogno di uno sviluppatore che realizzi e gestisca il sito Web o anche la relativa Web application dedicata. Ad oggi anche le Pubbliche Amministrazioni sono alla costante ricerca di Web Developer qualificati per poter gestire e potenziare le varie piattaforme istituzionali rivolte al cittadino.

Quanto guadagna in media un Web Developer?

La retribuzione media di un Web Developer dipende soprattutto dalla tipologia di contratto e dall’esperienza maturata in ambito lavorativo. Inoltre gli stipendi variano, anche notevolmente, a seconda del mercato e del Paese di riferimento. Secondo le più recenti rilevazioni statistiche dedicate al settore, in Italia un Web Developer guadagna in media dai 20.000 ai 40.000 euro l’anno. Il contesto europeo offre invece spesso opportunità molto più redditizie: ad esempio in Germania e nei Paesi Bassi la retribuzione media di uno sviluppatore Web può arrivare a 50/60.000 euro l’anno anche con pochi anni di esperienza alle spalle. Bisogna però ricordare che essendo una figura professionale che si presta per sua natura al lavoro in remoto, il Web Developer può essere assunto senza particolari difficoltà da un’azienda avente sede all’estero, operare in smart working e percepire uno stipendio commisurato agli standard retributivi di una nazione differente dall’Italia.

Suscríbete a nuestra newsletter

Mantente al día de nuestras novedades