Competenze digitali: ecco le più richieste in Italia

Condividi

La Digital Transformation sta impattando radicalmente sui processi all’interno delle organizzazioni, introducendo una necessità di rinnovamento in termini di competenze richieste, istituzione di nuovi ruoli e messa a punto di metodologie innovative adatte a contesti sempre più influenzati dai dati.

Per mappare il mercato delle competenze digitali nel nostro Paese, insieme a Nesta Italia abbiamo condotto la ricerca “Le competenze digitali in Italia” con l’obiettivo di scoprire evoluzioni e trend di mercato e capire in che modo il digitale sta impattando sul mondo del lavoro.

 

Alcuni dei risultati più interessanti

Milano capitale del digitale

Secondo i dati emersi, in Italia nel corso del 2018 sono state pubblicate quasi 345 mila offerte di lavoro relative a specifiche competenze digitali, la maggior parte della quali si concentrano nel nord Italia (77%), con Milano che si conferma a tutti gli effetti la capitale italiana della trasformazione digitale, raccogliendo da sola oltre il 20 % delle opportunità di lavoro in quest’ambito, quota che sale al 37% considerando l’intera Lombardia, prima nella graduatoria regionale.

Sviluppatori e graphic designer le figure più richieste

Quello manifatturiero è il settore industriale che ricerca più occupazioni digitali (26% delle richieste): tra le figure maggiormente richieste ci sono in prima posizione gli sviluppatori (51.473 richieste), ai quali è richiesto soprattutto l’utilizzo di modelli di progettazione software, l’analisi dei requisiti e la programmazione.

In Talent Garden Innovation School, grazie al percorso full-time di CodeMaster, puoi acquisire le competenze per diventare il professionista più ricercato sul mercato. 12 settimane di full immersion per imparare, attraverso Javascript, i princìpi della programmazione e sviluppare prodotti concreti (scopri di più sul Master).

Al secondo posto della classifica i disegnatori tecnici, figure per le quali le offerte di lavoro sono risultate 30.967 e che devono essere in grado di creare disegni AutoCAD, utilizzare software di disegno tecnico e software grafico. Al terzo posto gli operatori di macchine utensili per la lavorazione dei metalli, che registrano 28.268 richieste e che devono saper programmare un controller CNC e utilizzare macchinari di taglio laser di foratura.

Analisi dei dati e programmazione le skill più ricercate

È la capacità di analisi dati (database) la competenza digitale più ricercata dalle aziende (una expertise presente in oltre 40 tipologie di occupazioni e richiesta in 54.774 offerte di lavoro), precedendo le capacità di programmazione informatica e addirittura competenze di base come la conoscenza e l’utilizzo di Microsoft Office. I dati sono considerati il nuovo oro nero delle imprese e la gestione degli stessi è diventata ormai imprescindibile in numerosi settori, come il marketing, la pubblica amministrazione, la manifattura e la finanza.

Per rispondere alle esigenze del mercato e formare i professionisti del futuro, in Talent Garden Innovation School offriamo un Master Part-Time in Business Data Analysis, 108 ore di formazione per apprendere le competenze del Business Data Analyst, il professionista che analizza i dati prodotti da organizzazioni e aziende con l’obiettivo di individuare degli actionable insight, indicazioni cioè su come sviluppare e orientare le proprie attività per accrescere il proprio vantaggio competitivo (scopri di più sul Master).

Manifattura primo settore per numero di posizioni aperte

Le offerte di lavoro sul web relative al settore manifatturiero ammontano al 26,2% del totale, con una forte eterogeneità delle occupazioni ricercate. In particolare, sono molto richiesti ingegneri e operai specializzati: operatori di macchine utensili per la lavorazione dei metalli, disegnatori tecnici, sviluppatori, tecnici di ingegneria elettronica, impiegati amministrativo, ingegneri meccanici e assemblatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Le imprese, e conseguentemente le richieste in questo settore, si concentrano per lo più in Lombardia ed Emilia Romagna.