Retail: l’innovazione passa per l’omnichannel

Condividi

La Digital Transformation sta impattando sulle aziende di tutti i settori. In particolare nel retail sta portando ad una convergenza sempre più netta tra commercio fisico e digitale, imponendo cambiamenti e ripensamenti dei modelli di business. L’innovazione è al centro di questa convergenza, agendo da un lato come causa scatenante, dall’altro come fattore abilitante di competitività.

Ma come si stanno muovendo il settore retail e le diverse realtà del nostro Paese per affrontare le sfide imposte dal processo di trasformazione digitale in atto? 

Per fare il punto, Retail Institute Italy e MailUp hanno condotto una survey su un panel di Brand Company e Retailer che operano sul territorio italiano.

I principali risultati emersi

  • Propensione all’investimento digitale

Il 95,3% delle aziende intervistate dichiara che ha già investito o sta investendo in innovazione digitale: un segnale che sottolinea la maturità del settore. Tra i pochi che negano un investimento attuale, la previsione di introdurlo nel prossimo futuro si attesta sulla metà degli intervistati. 

  • Utilizzo dei canali digitali

I dati mostrano come l’email sia un canale ampiamente consolidato presso le aziende, con un grado di adozione superiore al 90%. Seguono le Messaging Apps, già adottate dai due terzi dei rispondenti, e chiudono la classifica gli SMS, che mantengono una percentuale non indifferente grazie all’utilizzo come notifica e come strumento di loyalty. 

  • Il futuro dei canali digitali

L’email è ben lontana dall’essere morta – evidenza confermata dal fatto che oltre la metà dei rispondenti manifesta l’intenzione di incrementare l’investimento su questo specifico canale da qui al 2020. L’incremento più significativo a livello di investimenti avverrà tuttavia sulle Messaging Apps, un canale più giovane e dal potenziale ancora non del tutto espresso per i brand, su cui punteranno quasi sette aziende su dieci. 

  • Punto vendita tradizionale e strategie omnichannel

La trasformazione digitale offre al punto vendita un’opportunità: assumere una nuova centralità all’interno di un sistema fatto di esperienze di continuità tra fisico e digitale. Ne sono convinte anche le realtà italiane, secondo quanto emerso dalla survey: il 90,3% ritiene infatti che il punto di vendita tradizionale non sia destinato a perdere la sua ragione d’essere. Per oltre il 65% dei rispondenti, il vero valore aggiunto sarà l’integrazione tra esperienza d’acquisto tradizionale e via ecommerce. 

Per scaricare la survey completa realizzata da MailUp e da Retail Institute Italy clicca qui.