Come far crescere velocemente il tuo business | Caso Studio thelabmilano

Condividi
3 min lettura
Innovazione

Oggi intervistiamo a Talent Garden Calabiana Milano il Growth Hacker Armin ZadakBar, fondatore e CEO di The Armin Bar, una società specializzata in Digital Business Transformation e Growth Hacking tra Stati Uniti e Italia. Argomento della nostra chiacchierata thelabmilano, ristorante che offre una unconventional burger experience che in soli quattro mesi ha aumentato del 300% le entrate ed è 1° in classifica su TripAdvisor.

T: Ciao Armin, come ha avuto inizio questa avventura?

Iniziamo da un po’ date:

  • Dicembre 2017: apertura del ristorante
  • Giugno 2018: inizia la collaborazione con The Armin Bar
  • Luglio 2018: aumenta il guadagno del 62.5% (rispetto a maggio 2018)
  • Agosto 2018: thelabmilano diventa il primo ristorante a Milano su TripAdvisor.
  • Settembre 2018: aumenta le entrate del 300% (rispetto alle entrate di maggio 2018)

 

T: Come ci siete riusciti?

Ora vi racconto la storia. Nel marzo 2018, ho scoperto “una perla nascosta” vicino casa mia. Era un posto comodo e recentemente aperto. Facevano buonissimi hamburger con un servizio incredibile, ma il ristorante era quasi sempre vuoto. Come Marketer, non ho potuto resistere dal farmi coinvolgere, quindi ho incominciato a dare alcuni consigli e immediatamente hanno iniziato a vedersi i primi risultati. Dopo un paio di mesi, mi hanno chiesto di entrare a far parte del team ufficialmente, anche se il ristorante non era il tipico cliente The Armin Bar (NYC|Milan).

Quindi, abbiamo iniziato a lavorare. La prima cosa che abbiamo fatto è stato organizzare uno shooting fotografico con Alessandro Best. Era necessario mostrare il prodotto prima di far aumentare i follower. Dopo avere fatto le foto, abbiamo rifatto le pagine di Facebook e Instagram iniziando con un nuovo nome @thelabmilano. Poi, abbiamo fatto un investimento molto piccolo nel marketing (circa € 30) per promuovere i nuovi post con l’obiettivo di avere più engagement e studiare gli insights. Questo piccolo investimento ha fatto una grande differenza. Per esempio, abbiamo aumentato i follower del 122% e abbiamo aumentato i clic sul sito web del 600% da instagram. Ma questo non bastava

Quindi, abbiamo iniziato a chiedere ai clienti come trovano e come sceglievano un nuovo posto per mangiare. La maggior parte di loro rispondevano TripAdvisor.

A quel punto, la sfida era chiara. I potenziali clienti vogliono vedere che un ristorante è valutato bene su TripAdvisor. Quindi, abbiamo dovuto creare una strategia per essere forti sulla piattaforma.

Come dico sempre  
“L’importante e quello che i clienti vogliono sentirsi dire, non quello di cui vuoi parlare.”

Così abbiamo iniziato a chiedere ai nostri clienti di scrivere una recensione su TripAdvisor. Dopo due settimane, erano emerse due cose importanti:

1- Avere una recensione da parte di un cliente che ha l’abitudine di recensire altri ristoranti ha un impatto maggiore

2- Avere le recensioni scritte in diverse lingue aiuta il ranking

Quindi era sorta una nuova sfida: Come possiamo avere più recensioni dagli influencer?

Abbiamo contattato (tramite messaggio diretto in app) gli influencer locali di TripAdvisor, persone che hanno scritto più di 500 recensioni. Li abbiamo invitati per una cena gratuita, in cambio di una recensione onesta (anche se la recensione non fosse positiva). Sono venuti, hanno mangiato, si sono trovati benissimo. Così, abbiamo aumento il nostro ranking e nuove persone sono venute a provare il ristorante. L’8 agosto siamo diventati numero uno fra i 6913 ristoranti di Milano recensiti su Tripadvisor e siamo rimasti in vetta da allora.

Tantissima gente internazionale è passata dal nostro ristorante e abbiamo chiesto loro di scrivere recensioni su Google e TripAdvisor nelle loro lingue per aumentare la nostra visibilità sulle piattaforme. Queste recensioni hanno portato a una crescita enorme e rapida. Le nostre entrate sono aumentate del 62,5% in due mesi e del 300% in soli quattro mesi!

 

Leggi anche: Il Growth Hacker Armin ZadakBar racconta IL MIO World, la soluzione alla contraffazione che unisce Blockchain e chip NFC