Ecco chi sono i nuovi imprenditori digitali

Condividi
4 min lettura
Innovazione

Il 21 agosto si festeggia la Giornata Internazionale dell’imprenditore e noi di Talent Garden vogliamo cogliere l’occasione per celebrare la nostra community europea di innovatori. Tanti sono infatti i progetti che sono nati, cresciuti e si sono affermati nei nostri campus. Oggi vi raccontiamo chi sono i nuovi imprenditori digitali.

❝ In Talent Garden abbiamo la fortuna di vivere le storie di centinaia di imprenditori tutti i giorni, di confrontarci con loro e di scoprire insieme un nuovo modo di lavorare basato su digitale e tecnologia. Se dovessi descrivere l’imprenditore che lavora nei nostri Campus direi che è un innovatore, che sa ispirare il suo team, che crede nella collaborazione, che cerca continua formazione e opportunità internazionali di crescita. In Talent Garden queste persone trovano un ambiente fertile per sviluppare le loro idee, grazie non solo al design dei Campus, studiati per favorire la condivisione, ma anche all’offerta formativa della nostra Innovation School e agli eventi sui temi del digital e tecnologia che organizziamo ogni giorno.❞

Davide Dattoli, Founder e CEO di Talent Garden

 

I numeri della nostra community

In Europa

La nostra community è distribuita in 26 Campus e 8 Paesi – Albania, Austria, Danimarca, Italia, Irlanda, Lituania, Romania, Spagna – ed è costituita da oltre 4.500 persone di cui ⅓ sono Founders, imprenditori digitali che condividono il loro ambiente di lavoro con freelance, investitori e studenti creando un mix di competenze che permette a tutti i membri di trovare opportunità di lavoro e di crescita professionale.

In Italia

Un mondo formato da esperti in quasi tutte le competenze digitali richieste oggi dal mercato del lavoro. In Italia la community è composta da oltre 1.200 persone che danno vita a 468 realtà imprenditoriali, di cui 227 a Milano, 85 a Torino e 63 a Roma. I nostri tagger sono professionisti del marketing e della comunicazione, business manager, sviluppatori e ingegneri, designer e creativi, amministratori, Data Scientist, addetti alle vendite, event manager, consulenti legali e professionisti nel mondo HR. Operano principalmente nelle aree quali business productivity, lifestyle ed intrattenimento, mobilità e trasporti, finanza ed assicurazioni, food beverage e agricoltura, manifattura, salute ed energia.

Sono persone eclettiche che nella loro vita privata sono principalmente appassionati di arte, cibo, fotografia e di sport.

La nostra community italiana dà vita ad un mondo variegato di piccole e grandi aziende, startup (54%), liberi professionisti (32%), e operatori del mondo dell’informazione (32%). Un ambiente di lavoro unico nel suo genere dove convivono piccolissime aziende (il  50% possiede tra 1 e 4 dipendenti), realtà di medie dimensioni (32% fino a 19 dipendenti) e grandi aziende con centinaia di dipendenti (10%) che sviluppano specifici progetti all’interno dei campus.

Le aziende presenti sviluppano per la maggior parte attività di B2B (51%), ma non mancano le aziende B2C (28%) e quelle B2B2X – Business to Business to Consumer – che rappresentano il 19%.

 

Alcune storie di successo

All’interno della nostra community italiana sono nate e crescono molte startup legate al mondo del digitale e dell’innovazione che qui trovano l’ecosistema ideale per svilupparsi al meglio. Realtà emergenti che hanno sviluppato idee nuove in diversi settori, dall’intelligenza artificiale all’ecommerce, dalla UX all’education.

Eccone alcune.

WeSchool

Dove: Talent Garden Merano, Milano

Ambito: Education

Attività: Fondata da Marco De Rossi e partecipata da Telecom Italia e Club Digitale, We School è un progetto che porta la digitalizzazione all’interno degli istituti scolastici italiani. Aiuta i docenti con la formazione sulle nuove metodologie didattiche e lavora con aziende su progetti che portano valore al mondo della scuola. Grazie alla piattaforma di WeSchool, i professori possono portare le loro classi online e rendere la loro didattica più coinvolgente grazia al digitale. In collaborazione con Google for Education hanno fondato ProfAcademy. Il Founder Marco De Rossi ha lanciato il suo primo progetto (OilProject, il più grande archivio di corsi online) a soli 14 anni.

Leggi l’intervista: WeSchool, la scuola diventa digitale

GetJenny 

Dove: Talent Garden Fondazione Agnelli, Torino

Ambito: Intelligenza artificiale

Attività: GetJenny sviluppa prodotti basati su NLP (Natural Language Processing) e machine learning per l’automazione della customer service riducendo al minimo i compiti ripetitivi per gli operatori. GetJenny produce due classi di prodotti, sistemi che assistono gli operatori nel dialogo con gli utenti fornendo suggerimenti basati sulla conoscenza acquisita, in questo modo l’operatore riesce a dialogare con più utenti allo stesso tempo e con meno stress, e sistemi di risposta totalmente autonomi (ChatBot) che sostituiscono l’operatore umano e sono in grado di gestire un flusso di conversazione e rispondere alle domande poste dagli utenti. I sistemi di GetJenny sono implementati per funzionare anche quando i clienti hanno pochi dati, riducendo al minimo il numero di falsi positivi anche quando la quantità di informazioni preesistenti è ridotta. I sistemi di GetJenny vengono istruiti direttamente dagli operatori e incrementano con il tempo la loro capacità di rispondere alle domande: la piattaforma Jenny diventa a tutti gli effetti un membro del team.

 

Hi-Nelson

Dove: Talent Garden Calabiana, Milano

Ambito: Ecommerce

Attività: Hi-Nelson è una startup ecommerce dedicata al mondo della nautica. Il Founder, Marcello Labruna, dopo aver conseguito all’interno di Talent Garden Innovation School il Master in Ecommerce, ha deciso di fondare questa startup innovando il business della propria famiglia, da anni impegnata all’interno del settore nautico, modernizzandolo e ridisegnandolo in chiave 4.0. Al termine del Master ha deciso di rimanere in Talent Garden Calabiana dove, oltre ad aver stabilito la sede per la sua startup, è riuscito ad attivare una serie di importanti relazioni che gli hanno consentito di trovare l’advisor che lo sta seguendo per lo sviluppo di HI-Nelson.

Leggi l’intervista: Nautica e digitale: il viaggio di Marcello Labruna

Foodiestrip

Dove: Talent Garden Sarzana

Ambito: Foodtech

Attività: Foodiestrip è una startup innovativa nel mondo del food che ha creato un’app dedicata a combattere le recensioni false nel mondo della ristorazione. Inventata da Fabrizio Doremi e Alessio Poliandri, ad oggi conta 640.000 locali censiti e circa 30.000 installazioni. L’obiettivo di Foodiestrip è quello di diventare l’anti-fake news nella ristorazione e rimettere la valutazione dei locali nelle mani delle persone. In un elevator pitch newyorchese del 15 novembre 2015, l’App viene accolta con entusiasmo, e ne viene riconosciuta la portata rivoluzionaria.

 

Entra anche tu a far parte della nostra community di innovatori digitali: https://talentgarden.org/it/