Farmakom: a Talent Garden UBI Banca la prima piattaforma ecommerce per farmacie

Condividi
3 min lettura
Startup
Farmakom

Nata nel 2016 a Talent Garden UBI Banca, Farmakom ha sviluppato una soluzione commerciale digitale su misura per i farmacisti: un generatore di eCommerce ad alta tecnologia e di facile utilizzo per vendere farmaci online a livello nazionale.

La figura del farmacista ha una lunga storia alle spalle, ma è solo dal 2015 che in Italia ha dovuto affrontare il mondo digitale, con la liberalizzazione della vendita online di farmaci da banco: un professionista dalla solida competenza nel suo settore si è trovato in un ambiente nuovo, senza punti di riferimento. Proprio per questo è nata Farmakom.

1. Cos’è Farmakom?

Farmakom è il punto di incontro tra una professionalità storica e specializzata, ed esperti dinamici in un mondo digitale in continuo mutamento: forniamo una piattaforma a misura di farmacia, in grado di integrarsi automaticamente con i più diffusi gestionali e banche dati del farmaco per fornire tutte le referenze dei prodotti da banco in commercio, completi di descrizione e di immagini, ed evitare così al farmacista perdite di tempo nell’inserimento dati.

2. Qual è il valore aggiunto di Farmakom?

Farmakom non è certo l’unico player a fornire piattaforme digitali per quelle farmacie o parafarmacie che vogliono avviare un eCommerce, perciò definire la nostra USP è stato uno step fondamentale. Uno strumento è utile solo se viene usato correttamente e facilmente, quindi il punto su cui ci siamo concentrati maggiormente è stato rendere la nostra piattaforma accessibile: per questo, nella fase di sviluppo ci siamo costantemente interfacciati con farmacisti interessati al progetto per creare uno strumento su misura delle loro reali esigenze. Una volta raggiunta la struttura desiderata, abbiamo centralizzato la creazione di tutti gli eCommerce al punto da poter generare un sistema completo e integrato con un click. Questa logica SaaS ci ha permesso anche di creare un database unificato con le informazioni sugli acquisti dei clienti dei nostri farmacisti, utile per capire come si muove il consumatore nel mercato nazionale, quali sono i suoi gusti, quali sono le differenze nel carrello a seconda della regione, e soprattutto quali sono i prodotti più venduti: questo ci ha permesso di arricchire la nostra offerta con informazioni verificate, utili per aumentare il valore commerciale dei farmacisti.

3. In che modo Talent Garden UBI Banca ha contribuito alla nascita di questo progetto?
Farmakom nasce da una riflessione sul mercato della farmacia, individuato un bisogno del mercato e una domanda latente a cui fornire una risposta precisa. Ma come concretizzare quest’idea? Qui entra in gioco Talent Garden UBI Banca a Bergamo, che ha fornito il terreno ideale per la sua maturazione: da una parte l’incontro con DNH – Investment Partners, che ha messo a disposizione il know how per generare contatti commerciali a livello nazionale; dall’altra, l’occasione di avere vicino altri professionisti del settore digitale, che ci ha permesso di confrontarci sia sulle strategie di marketing sul web, sia sulla tecnologia più adeguata a realizzare una piattaforma digitale tanto performante quanto facile da utilizzare.

L’ambiente di Talent Garden mira proprio questo: ad incoraggiare la crescita delle idee e impedire che la brillantezza di un’intuizione si perda per l’assenza dei mezzi necessari a concretizzarla.

4. Cosa significa coworking per voi?

Per molti versi, Talent Garden UBI Banca è la casa di Farmakom: qui siamo nati, qui siamo cresciuti, qui stiamo vivendo. È un luogo familiare che ospita tutte le nostre attività e che ci stimola a crescere ed a migliorare ancora: idee giovani, tecnologie innovative, personalità differenti e visioni rivoluzionarie si incontrano in questo luogo e dialogano per migliorarsi a vicenda. L’interazione con gli altri tagger ci permette di trovare nuovi spunti e nuovi strumenti che altrimenti non riusciremmo a vedere. La filosofia del coworking è proprio questa: sentire altre voci per permetterci di ampliare i nostri orizzonti. Essere fieri delle proprie idee è normale, ma a volte può renderci ciechi: Talent Garden mette in discussione queste idee in maniera costruttiva, per trovare nuove soluzioni.

5. Cosa consigliereste ad una persona che vuole diventare imprenditore?

Due consigli: uno, essere pronti a mettere in discussione se stessi e le proprie idee. È sempre più difficile trovare un territorio di mercato vergine, bisogna sempre fare i conti con la concorrenza e con le specificità del settore: entrare impreparati significa buttarsi nella fossa dei leoni. Fai qualche riflessione sulla tua idea e sul tuo progetto: qualcuno l’ha già fatto? Che valore aggiunto posso portare? Di cosa ho bisogno per essere un player attivo in un mercato già affermato? Talent Garden UBI Banca ci ha aiutato molto a porci queste domande e a trovare le risposte per farci arrivare preparati al battesimo del fuoco sul mercato.

Due, praticare la pazienza. Ogni business ha bisogno di costanza, dedizione e investimenti, sia di tempo che di denaro. Prima di realizzare i primi prototipi della piattaforma abbiamo passato molti mesi a raccogliere dati di mercato e a studiarli, a intervistare i farmacisti e ad entrare in sintonia con il loro mondo. Un’idea non diventa un successo dall’oggi al domani, non aspettatevi di ottenere grandi risultati fin da subito o anche solo di rientrare nei costi. Ma se un’idea è valida, è come un diamante grezzo: se si spende il giusto tempo a pulirlo ed a tagliarlo, il suo valore sarà enorme.

Leggi ancheIl materasso diventa digitale: a Talent Garden UBI Banca nasce IRO