Il coraggio della generazione Z

Condividi
3 min lettura
Startup

Generazione Z, i ragazzi che vanno all’estero a studiare, imparano nuove lingue, non smettono mai di contaminarsi. Gli esploratori digitali per eccellenza. Come Guillemette Monarque, ragazza francese con un desiderio sin da bambina: parlare l’italiano e vivere in Italia. E la generazione Z ce la fa. Guillemette ha ottenuto un lavoro per Toucan Toco, azienda francese che si occupa di Data Storytelling e che ha voluto aprire una filiale in Italia, a Talent Garden Calabiana. Ora Guillemette fa parte della community e ci dice: “grazie a Talent Garden non mi sento sola.”

Ecco la sua storia.

Ci racconti un po’ di te e del tuo background?

Sono francese, e non ho nessuna origine italiana. Mio nonno era peruviano e professore, e mi ha sempre spinta ad imparare lo spagnolo. Io però amavo l’italiano e quindi, appena ne ho avuto l’occasione, ho deciso di dedicarmici.

Durante il mio percorso universitario ho viaggiato per la prima volta in Italia (Roma, Firenze, Venezia, Verona…). Mi sono innamorata del Paese, della cultura, della gente… ho scoperto che il mio destino si trovava lì.

Tornata in Francia, durante l’alternanza scuola-lavoro, ho ottenuto il mio primo impiego come Business Developer in una banca, nel servizio dedicato allo sviluppo delle imprese internazionali. Il mio ruolo era di vendere dei contratti bancari alle aziende italiane che volevano impiantarsi in Francia. Dopo la magistrale ho cercato un lavoro con un contratto VIE (Volontariato all’Internazionale in Impresa). È un tipo di contratto che ti permette, se hai meno di 28 anni, di lavorare per un’azienda francese all’estero, ricevendo aiuto finanziario da parte dello Stato Francese. Ho trovato questa azienda parigina specializzata in Data Storytelling, Toucan Toco, che cercava un Business Developer per aprire una filiale sul territorio italiano. Dopo qualche colloquio mi hanno assunta… ed ecco che sono arrivata a Talent Garden!

Descrivi la tua daily routine con una gif

La cosa che mi rappresenta di più in azienda è sicuramente la mia passione per il caffè… ne posso bere anche 10 al giorno! I miei colleghi in Francia si stupiscono sempre della mia abitudine. Ma una giornata di lavoro senza caffè per me è una giornata rovinata!

Raccontaci di più di Toucan Toco

Toucan Toco produce dei software di Data Storytelling: aiutiamo le aziende ad avere una visibilità chiara sui loro indicatori, tramite delle piattaforme mobili, interattive e soprattutto facili da utilizzare da tutti i collaboratori, anche da chi non è un esperto di analisi dei dati. La nostra mission: democratizzare l’accesso al dato in azienda per trasformare ogni business in un’azienda data-driven.

Quali sono i vantaggi del data storytelling?

Il Data Storytelling è nato da un’osservazione: la maggior parte delle grandi aziende possiedono dei software di analisi dei dati, però questi programmi di Business Intelligence non sono utilizzati da tutti i membri del team. Perché? Perché il loro scopo è di fare data analysis; dunque sono potenti e utili per i data scientist, i data analyst… però non risultano fruibili per i collaboratori meno esperti.

E così nasce il Data Storytelling come “ultimo miglio del tragitto del dato in azienda”, per migliorare la comunicazione del dato. Parliamo di Data Storytelling perché raccontiamo una storia personalizzata con i dati. Ogni indicatore viene rappresentato sotto il punto di vista del collaboratore. Così, ciascuno dispone della propria “Datastoria”, e questo rende il dato facilmente comprensibile, fruibile e soprattutto molto più interessante pe tutto il team. Abbiamo deciso che il dato non dovesse mai più essere noioso!

Come stai vivendo l’esperienza all’interno di Talent Garden? Quali sono gli aspetti che preferisci?

Sono molto felice di far parte di questa community. Devo dire che avevo paura, quando mi sono trasferita, di sentirmi molto sola. In effetti, non avendo altri colleghi con me in Italia per il momento, può essere pesante stare sola tutto il giorno. Però grazie a Talent Garden questo non è successo.

Ho chiesto a molti Tagger di bere un caffè con me o di pranzare, e si sono tutti dimostrati molto amichevoli. Ho incontrato delle persone con dei percorsi diversi, che mi hanno consigliato a livello di business, ma con cui ho anche il piacere di chiacchierare e scherzare ogni giorno. Talent Garden è un ottimo luogo per fare networking.

Il team di Talent Garden Calabiana è sempre a disposizione per aiutare, e grazie a loro ho conosciuto delle persone che fanno il mio stesso lavoro. Questo mi aiuta sia a livello professionale che umano.

Qual è la canzone che ascolti per concentrarti?

Di solito ascolto del rock per concentrarmi… se non c’è rumore o se la canzone è troppo calma mi viene l’ansia e non riesco a concentrarmi. Attualmente, sono fissata su “Fear for nobody” dei Maneskin… Ma cambio ogni settimana!

Che cosa non può mancare sulla tua scrivania?

Un caffè…o 2…o 10! E la foto dei miei fratellini.

 

Leggi anche: L’azienda che ho sempre voluto: la storia di Barbara Vecchi