Come trovare lavoro nell’azienda dei sogni e disegnare per aiutare le persone: la storia di Ilenia

“Sono cresciuta a tagliatelle e film Disney, sognando fin da piccola un mestiere dove potermi esprimere con le immagini”: così si racconta Ilenia Baronio, Interface Design in Tangible e alumna di UI Design Master! Passare dai visual esteticamente belli a un design che aiuta le persone: abbiamo intervistato Ilenia per parlare del suo percorso di crescita in quanto designer e per scoprire come ha trovato lavoro nell’azienda dei suoi sogni!

Ciao Ilenia! Da dove nasce la tua passione per la UI?

Ilenia: Tutto nasce dalla passione che ho da sempre per ciò che è visual. Partendo dalle arti grafiche classiche alle quali mi sono approcciata da adolescente, il mio focus si è evoluto al visual design con le sue molteplici sfaccettature.
Ciò che mi ha orientata verso la UI è stata l’esperienza lavorativa in una software house, in cui mi occupavo principalmente di graphic design.
Lavorando insieme al reparto di sviluppo sentivo che potevo contribuire alla realizzazione delle interfacce in maniera concreta, potevo aggiungere un valore che lo sviluppo da solo non poteva dare. Il forte bisogno di rendere le interfacce non solo esteticamente belle, ma usabili e accessibili mi ha spinta a studiare, frequentare eventi nazionali di design e a conoscere sempre più designer che come me credono in determinati ideali.

Ilenia alumna di UI design master di talent garden

Ci racconteresti la tua giornata da UI Designer? Quale aspetto del tuo lavoro preferisci?

Ilenia: La mia giornata in Tangible è fortemente orientata al lavoro in squadra. Solitamente di prima mattina controllo le mail, guardo siti ispirazionali e verifico il programma delle call e riunioni.
Poi in base ai progetti che seguo partecipo a momenti di codesign con gli UX designer del mio team, riunioni con il cliente, momenti di focus e progettazione che spaziano dal design system alla composizione di interfacce e prototipi.
Infine partecipo a momenti di allineamento con chi si occupa dello sviluppo.

Durante la giornata lavorativa ho la fortuna di poter dedicare del tempo anche alla formazione personale e a progetti collaterali interni. Amo lavorare in squadra ma i momenti che più preferisco sono quando mi concentro sull’organizzazione del design system e quando parte il momento creativo di ideazione visivo di un’interfaccia. Non nego che ho un debole per la parte di icon design e illustrazione, alla quale dedico particolare attenzione.

Da Graphic Designer a professional UI Designer: cosa è cambiato?

Ilenia: Sono cambiate tante cose, ma di sicuro non è cambiata la passione. Sono due lavori molto diversi, entrambi affascinanti.
Da quando sono UI designer partecipo attivamente al processo di design, mi sento più coinvolta in un processo che concretamente può contribuire a migliorare la nostra società. Il metodo di lavoro è cambiato, più complesso ma ben strutturato, molto più sfidante.
Ho scoperto una diversa attenzione ai dettagli e un riguardo di valore verso le persone e i loro bisogni che nel graphic design non coglievo.

Perché la descrivi come l’azienda dei tuoi sogni?

Ilenia: In Tangible ho trovato l’ambiente stimolante e con i principi etici che cercavo. La considero una tra le aziende di design migliori d’Italia per molteplici motivi. Siamo una Società Benefit e abbiamo un Codice Etico firmato da tutti i dipendenti, nel quale ci impegnano a produrre design con impatto positivo sull’ambiente e sulle persone. Prestiamo grande attenzione a consegnare prodotti di alta qualità, i processi sono strutturati e ben organizzati e quello che facciamo è spinto da passione ed entusiasmo.
C’è una grande attenzione alla crescita di tutti, sia individuale che come team, e questo ci porta a migliorarci senza generare competizione, ma stimolandoci a dare il meglio di sé. I miei colleghi sono persone guidate da grande passione che si trasforma in pura contaminazione di conoscenza e di voglia di lavorare bene insieme per noi e per gli altri.

Come si trova lavoro nell’azienda dei tuoi sogni?

Ilenia: Entrare in Tangible è stato un percorso. Seguivo già da tempo i canali social Tangible e gli eventi che vengono organizzati annualmente.
Incontrare come docenti del Master coloro che ora sono i miei colleghi è stata una bellissima sorpresa, ho colto l’occasione per presentarmi di persona e poter apprendere quanto più potevo dal loro insegnamento e dalla loro esperienza.
In seguito è sorta l’occasione di collaborazione tra Tangible e l’azienda per cui lavoravo all’epoca e, a progetto concluso, mi sono proposta per la figura di UI designer che stavano cercando.
Nell’anno intercorso tra la fine del Master e la mia selezione è stato fondamentale il tempo che ho dedicato in formazione e progettazione del portfolio, che ho presentato in seguito al colloquio.

E che ruolo ha giocato UI Design Master in tutto questo?

Ilenia: Il Master part time in User Interface Design ha giocato un ruolo chiave sul mio futuro.
La formazione che ho ricevuto è stata la base su cui lavorare, costruire e migliorare il mio metodo di lavoro come designer.
Senza le dritte del Master non avrei mai potuto avere le nozioni che mi hanno permesso di migliorare l’approccio al design dei prodotti che disegno. Avere un buon metodo mi ha così permesso di fare pratica e presentarmi al colloquio preparata e conscia dei processi che segue un’agenzia di design.

Inoltre, conoscere di persona i docenti, potergli fare domande liberamente sia durante il lavoro in classe che durante le pause tra una lezione e l’altra mi ha permesso di colmare dubbi e curiosità e mi ha dato l’opportunità di creare una rete di contatti che tuttora continua a espandersi.

UI Design Master Talent Garden

Come hai scoperto UI Design Master di Talent Garden Innovation School e perché hai deciso di iscriverti?

Ilenia: Ho scoperto il master online, cercando su internet tra le varie proposte legate al mondo della user interface.
Io cercavo un corso in presenza, che mi desse l’opportunità di comprendere e conoscere un metodo di lavoro strutturato, volevo migliorarmi e migliorare il mio lavoro.
Non volevo un corso per principianti, ma un corso che partendo dalle mie basi mi potesse dare una visione generale del flusso di lavoro di un UI designer.
Cercavo un percorso che mi potesse dare insegnamenti oltre che teorici anche pratici, e che mi permettesse poi di trovare gli spunti di interesse da approfondire verticalmente in un secondo momento.

Il corso mi ha convinto per diversi motivi: docenti qualificati, lezioni organizzate tra teoria e pratica, la possibilità di lavorare al progetto del Master durante la settimana lavorativa, lavorare in squadra con i compagni di corso, le late night nelle quali potevo conoscere nuove aziende e nuove esperienze e la prospettiva di creare rete con le persone.

Quali sono stati gli elementi che hai preferito del Master?

Ilenia: Fra i tanti momenti che ho apprezzato posso inserire senz’altro quelli in presenza che sono stati valorizzati dalle conversazioni con i docenti ma anche da quelle con i compagni e le compagne di corso con i quali mi sono trovata subito in sintonia.

 

La mia squadra di lavoro era composta da figure complementari che mi hanno arricchita.
Gaia Zuccaro, la Coordinatrice Scientifica nonché una dei docenti del master, ci ha guidati in un percorso didattico altamente formativo e organizzato; ci ha seguiti con attenzione in tutte le fasi di lavoro.
Ho apprezzato in particolare la tipologia di progetto scelto, lavorare alla sezione documenti dell’app IO mi ha permesso di mettermi alla prova su un caso reale, completo di tutte quelle complessità che ci si trova a dover gestire quando si lavora con un cliente nella vita quotidiana.

Consiglieresti il corso a professionisti come te?

Ilenia: Se consiglierei il corso ai miei colleghi? Certo che sì, l’ho già fatto più volte e continuo a farlo con piacere.
Se siete persone appassionate, con voglia di mettersi in gioco, che già si dedicano alla UI, magari da autodidatti, ma cercano un corso che gli dia delle basi e degli spunti da cui partire e approfondire per lavorare con metodo ben strutturato questo è il corso giusto.
Quello che ricordo sempre a chi mi chiede consigli sul corso è che Talent Garden seleziona i docenti e struttura le lezioni, ma l’altra metà del corso è composta da impegno, passione e dedizione per il nostro mestiere che è in continua evoluzione e sono sicura non smetterà mai di stupirci.

 

Vuoi scoprire come diventare designer di interfacce utenti? Scopri UI Design Master!

7 aprile 2022

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità