UX e UI Design: fondamenti, differenze e tendenze

UX e UI design sono spesso percepiti generalmente come intercambiabili, ma in realtà sono due cose molto diverse pur essendo strettamente correlate. UX sta per “User Experience”, mentre “UI” sta per “User Interface”. Sono entrambi fondamentali per un buon design, ma richiedono approcci e competenze estremamente diversi.

 

In termini generali, la progettazione UX si identifica con l’identificazione dell’ utente e l’analisi del pubblico di destinazione, la definizione dei flussi degli utenti, lo sviluppo delle architetture, delle informazioni e dei wireframe. Il design dell’interfaccia utente traduce quindi ciò che è stato fatto durante la fase di progettazione dell’esperienza utente in elementi visivi e interazioni. Come suggerisce il nome, la fase dell’interfaccia utente ha come output una o più interfacce, con le quali l’utente interagirà e che ovviamente influenzeranno la sua esperienza del sito Web o dell’app.

 

UX vs UI: cos’è esattamente il design UX?

 

Spesso il modo migliore per spiegare qualcosa è identificare le differenze. Quindi, prima di tutto, il design UX non riguarda solo siti Web o app. Si applica anche ad altri prodotti e oggetti. Il design dell’esperienza utente è il processo mediante il quale i team creano prodotti o processi che forniscono all’utente esperienze che sono le più piacevoli, significative e di facile utilizzo possibile. L’intero processo è coinvolto: benchmarking, analisi degli utenti, ricerca, prototipazione, test, branding, design, usabilità. Non esiste quindi un’esperienza utente perfetta per tutti gli utenti e tutti i contesti. Una buona esperienza utente è quella che funziona per un particolare target e un contesto specifico.

 

Il lavoro di un designer dell’esperienza utente prevede la ricerca degli utenti, la creazione di personaggi, la progettazione e il test di wireframe e prototipi. Comprende l’intero percorso del cliente ed è totalmente incentrato sull’utente. Riguarda anche le sensazioni, i sentimenti, le emozioni dell’utente quando interagisce con un determinato prodotto, che deve essere prima di tutto facile, semplice e privo di attriti. L’UI invece non si occupa dell’intero design del prodotto ma dei suoi aspetti estetici e visivi, che permettono agli utenti di interagire con esso. Quindi l’interfaccia utente è sicuramente più specifica dell’esperienza utente poiché tratta solo un aspetto dell’intero processo di progettazione.

 

UI design: approfondimento

 

In sintesi, l’interfaccia utente è la connessione tra un utente e un prodotto, ovvero è il punto in cui interagiscono. Pulsanti, barre dei menu, icone, caratteri, colori e simili riguardano tutti il design dell’interfaccia utente. Ci si prende cura dell’aspetto grafico del prodotto, traducendo i wireframe e i prototipi sviluppati durante la fase UX in qualcosa di accattivante e interattivo, ottimizzato per schermi o dispositivi di diverse dimensioni. Per compiere la sua “mission” un buon UI designer dev’essere aggiornato sulle ultime tendenze del design, deve aderire alla brand identity senza rinunciare all’usabilità, e deve anche essere in grado di comunicare lo stile che ha scelto, compilando guide sullo stile che chiariscano come ogni elemento dovrebbe guardare.

 

Naturalmente, gli UI designer lavorano a stretto contatto con i designer UX e insieme esaminano i risultati degli studi (ricerche di mercato, focus group, ricerche sugli utenti) prodotti durante la fase UX. Essi devono inoltre eseguire alcuni benchmark per determinare quale stile, combinazione di colori e componenti dell’interfaccia utente potrebbero funzionare meglio per lo specifico target. Un designer dell’interfaccia utente deve avere solide competenze in campi come la teoria del colore, la tipografia, i principi della Gestalt.

 

Strumenti e tendenze UI e UX

 

UX e UI design non sono storia. Al contrario, sono relativamente nuovi e in continua evoluzione. C’è inoltre un vasto numero di aree di specializzazione in cui si possono trovare specialisti che lavorano in quella specifica area. Dalla progettazione dell’interfaccia utente web alla progettazione dell’interfaccia utente dei giochi, dalla progettazione dell’interfaccia utente per app e dispositivi mobili alla dashboard e persino alla progettazione dell’interfaccia utente per il table UI design. Se hai lavorato come progettista dell’interfaccia utente, molto probabilmente sceglieresti una nicchia o un’area di specializzazione in cui sei particolarmente forte. La progettazione di un’app non è affatto la stessa cosa della progettazione di un table, ovviamente, e la progettazione per Android non è la stessa cosa della progettazione di un’interfaccia utente per Apple. La buona notizia è che ci sono molti strumenti, come Sketch, Figma, Balsamic, InVision, Origami (solo per citarne alcuni) che possono aiutarti e supportarti molto nel tuo lavoro, rendendo le cose notevolmente più semplici rispetto a quando potevi usare solo carta e penna o Photoshop.

 

Ma nessuno strumento può aiutarti se non ti tieni aggiornato con le ultime tendenze e tecniche dell’interfaccia utente. Nell’ultimo anno, ad esempio, abbiamo visto una forte tendenza verso le illustrazioni personalizzate, meglio ancora se animate. Le illustrazioni originali catturano l’occhio, rendono il sito web più piacevole e aiutano a trasmettere i concetti chiave. E, parlando di originalità, non tutto inizia e finisce con lo schermo. Negli anni a venire, le interfacce di realtà aumentata e virtuale diventeranno sempre più comuni e apriranno il campo a un intero nuovo mondo di sfide e opportunità di progettazione dell’interfaccia utente. Ovviamente questo comporta una maggiore attenzione per interfacce utente 3D complesse e animate, sempre più utilizzate.

 

Non da ultimo, ricordiamo che Google ha introdotto le regole di usabilità (“core web vitals”); per cui UX e UI design avranno presumibilmente un peso considerevole nei prossimi anni. Un motivo in più per conoscere questi affascinanti campi del design.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità