Il ruolo del digital transformation manager

Essendo ormai nell’epoca del digitale viene facile pensare che tutte le aziende siano ormai completamente a proprio agio con la tecnologia e che abbiano già da tempo completato la transizione al digitale. Ma questo non è sempre vero, specialmente in settori che non sono nativi digitali, come le assicurazioni o i trasporti. Ci sono molte aziende ancora immerse nei secoli bui della trasformazione digitale e che hanno un disperato bisogno di aggiornare i loro processi e le loro infrastrutture al modo di lavorare attuale.

Ma come si lavora al giorno d’oggi? E che cosa si intende per trasformazione digitale? In effetti con “trasformazione digitale” si vuole indicare la sostituzione di tecnologie vecchie e obsolete con i loro equivalenti nuovi e in linea con la rivoluzione digitale, l’adozione dei quali può trasformare il business e i servizi connessi, per esempio eliminando i compiti manuali o ottimizzando i processi.

Come possono fare le aziende “vecchio stile” ad accettare questa sfida così impegnativa e ad adattarsi con successo al nuovo ecosistema? Questa è esattamente la missione del digital transformation manager, una persona il cui compito è aiutare l’azienda a fare tutti i cambiamenti necessari per il passaggio al digitale.

Chi è il digital transformation manager

Il digital transformation manager deve avere ottime competenze di project management ma anche una solida comprensione di come le aziende moderne sono strutturate e naturalmente avere un’approfondita conoscenza del change management. E’ un ruolo complesso che combina in sé molte abilità e diverse competenze. Deve possedere non solo conoscenze tecniche ma anche soft skills: essere bravo a comunicare e motivare, a creare un ambiente di lavoro cooperativo ed a capire e analizzare i processi aziendali. Deve essere resiliente ma anche in grado di interpretare l’ambiente di business e di trarre vantaggio dai segnali di cambiamento. Infine dovrebbe essere focalizzato sugli obiettivi e forte nel raggiungere i risultati desiderati.

Il digital transformation manager di solito proviene dall’ICT (magari lavorava come CTO o CDO) ma può anche venire dalla consulenza o dal marketing o dal business development, dato che non è un ruolo puramente tecnico. Naturalmente deve essere in grado di leggere e decifrare gli ultimi sviluppi tecnologici (come i big data, l’intelligenza artificiale e il machine learning, l’internet delle cose, la cyber security) così come di connetterli ai processi, ai modelli culturali e alle infrastrutture dell’azienda.

Se questa posizione ti attrae ma non hai tutte le competenze necessarie potresti prendere in considerazione l’idea di fare un corso. Il digital transformation master di Talent Garden è appositamente progettato per mettere in grado professionisti con esperienza ma provenienti da aree diverse (IT manager, junior e middle manager, project manager, consulenti, digital strategist, etc) di acquisire tutte le competenze di cui hanno bisogno per poter essere considerati per questo ruolo difficile e sfidante.

Il ruolo del digital transformation manager

Ma cosa deve fare esattamente un digital transformation manager? Per prima cosa deve acquisire una visione globale dell’azienda e di tutti i suoi elementi e funzioni (stakeholder, management, impiegati, clienti). Deve stimare lo stato attuale della digitalizzazione così come le eventuali resistenze che potrebbero andargli contro, considerando l’intero ecosistema aziendale.
Deve esaminare il livello di efficienza digitale dei componenti dell’azienda ma anche le infrastrutture e le dotazioni tecnologiche e digitali. Quindi deve stabilire gli obiettivi e impostare un piano di trasformazione digitale per raggiungerli. Gli obiettivi non devono necessariamente essere enormi.

Possono essere un semplice miglioramento dei canali di comunicazione per esempio, o un’automazione dei processi lunghi e ripetitivi. O, pensando più in grande, potrebbero essere lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale per supportare le decisioni di marketing. Naturalmente, il digital transformation manager deve anche allocare il budget, coordinare i team coinvolti, comunicare con il management e convincerlo, etc. E naturalmente deve valutare e controllare i processi di innovazione durante il loro intero ciclo di vita. Un ruolo realmente vitale e sfidante in quest’epoca di continui cambiamenti!

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità