TravelTech: quando l’esperienza di viaggio diventa digitale

Qualche anno fa per organizzare il proprio viaggio ci si affidava al consiglio di agenzie turistiche specializzate, che proponevano fantastici pacchetti completi in isole sperdute del Pacifico.

Oggi si parla sempre di più di TravelTech con la crescente digitalizzazione e l’entrata preponderante dell’Internet of Things nelle nostre vite. A dimostrazione di questo, ci sono numerose agenzie di viaggio e hotel che vogliono diventare sempre più competitivi anche in campo tecnologico, e richiedono a giovani designer, programmatori e strategist di progettare proposte di viaggio innovative.

Proprio come è accaduto lo scorso weekend TravelHack!, l’hackathon sponsorizzato da Sandos, Hotel.net Stentle. Il brief era semplice: proporre soluzioni disruptive e digital per i viaggiatori, concentrandosi su una o più tappe della customer journey: scoperta, planning, prenotazione, preparazione, soggiorno (in uno dei resort Sandos), condivisione o ricordo, con l’obiettivo di creare una tech travel experience perfetta.

Un brief vasto, ma con una richiesta precisa:

progettare l’esperienza di viaggio del futuro.

 

I partecipanti si sono confrontati con Internet of Things, droni, chatbot e realtà aumentata e hanno dato il massimo per proporre l’idea vincente.

E come in tutte le competizioni c’è chi sale sul podio: al terzo posto, un assistente virtuale personale, sotto forma di chatbot sviluppato in 24 ore, in grado di accompagnare un cliente di Sandos per tutta l’esperienza del viaggio; al secondo, un’altra chatbot che permette di far condividere immagini con le persone che il viaggio non l’hanno ancora fatto, aumentando quindi, l’aspettativa e la fiducia di Sandos nei confronti di nuovi clienti. I ragazzi che si sono aggiudicati il primo posto hanno sviluppato un’idea che dà la possibilità ai viaggiatori di utilizzare dei droni per filmare o fotografare la propria vacanza, e avere quindi un ricordo da portarsi nel cuore.

Una fantastica esperienza che ha regalato ai vincitori una vacanza in Messico e un passo in avanti per quelle aziende come Sandos e Hotel.net che vogliono investire in tecnologia e innovazione.

Sono bastate trenta ore di hackathon per farci capire che assistenti virtuali, droni, Internet of Things e realtà aumentata sono ormai parte di tutte le nostre esperienze quotidiane, tra cui anche quella del viaggio.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità