Come prepararsi per un colloquio di lavoro

Hai letto centinaia di annunci di lavoro, hai mandato migliaia di cv, e adesso sei finalmente riuscito ad ottenere quel colloquio! Ma la parte difficile inizia ora: sappiamo tutti che non c’è nulla di più ansiogeno di un colloquio. E l’ansia lavora contro di te, prima e durante il colloquio. Dunque per aumentare le tue probabilità di successo e per sedare l’ansia l’unica cosa che puoi fare è prepararti bene: in questo modo avrai più fiducia in te stesso e massimizzerai le tue possibilità. Di seguito, alcuni consigli molto pratici su come prepararti per un colloquio di lavoro.

come prepararsi job interview

Leggi accuratamente la job description e informati

Questo è un tipico errore di molti candidati: non leggere accuratamente la job description e arrivare impreparati al colloquio. Una job description racchiude molte informazioni sull’azienda, il tipo di lavoro e il profilo ricercato, ancora di più se è scritta con cura, e può fornire preziosi suggerimenti sulle domande che potrebbero essere poste. Altra cosa: dovresti arrivare al colloquio conoscendo già molto bene l’azienda, la sua cultura, la sua struttura, i suoi obiettivi e i suoi successi più recenti, i suoi competitor, il suo bilancio, se possibile anche le persone che sono nei ruoli chiave. Questo ti farà sembrare una persona competente, già esperta nel campo di cui l’azienda si occupa, e rappresenterà un indubbio vantaggio. 

 

Come vestirsi per un colloquio

Ahimè, qui le prime impressioni contano sul serio! La cosa migliore dunque è tenersi sempre pronti ed avere a disposizione alcuni outfit da colloquio adatti alle diverse occasioni (per esempio, non si può certo utilizzare lo stesso abito per un’azienda molto formale e strutturata e per una web agency giovane e informale). In ogni caso il l’abito che indossi deve essere pulito, stirato e soprattutto ti ci devi sentire a tuo agio. Le donne non dovrebbero esagerare con il trucco o con gli accessori mentre gli uomini dovrebbero curare l’abbinamento di scarpe ed altri accessori e non eccedere con il dopobarba o con profumi troppo forti. In ogni caso meglio troppo eleganti che troppo casual. E, importantissimo: prepara tutto la sera prima in modo da evitare disastri dell’ultimo momento!

 

Mi parli un po’ di lei…

Eccola, la domanda trappola. E’ come l’outfit: dà una prima impressione di te e nell’attuale mercato del lavoro ipercompetitivo è essenziale che questa sia positiva. Dato che è piuttosto comune che il selezionatore ti chieda di presentarti, è meglio fare pratica prima del colloquio, decidendo e pianificando ciò che dirai nel caso in cui ti facciano questa domanda. Adatta la tua risposta a chi plausibilmente ci sarà ad ascoltarla (e qui ti vengono in aiuto le ricerche che hai fatto). Inizia parlando di ciò che stai facendo adesso, quindi passa alle tue esperienze precedenti (sottolineando i punti che potrebbero essere rilevanti per la posizione in oggetto, evita assolutamente di recitare il compitino) e infine spiega perché hai fatto domanda per quella determinata posizione. Mantieni un atteggiamento positivo e fai pratica, da solo o con un amico. Presentati in modo brillante ma professionale ed avrai una chance in più di emergere.

 

Le cose da fare e quelle da evitare

E’ vero che ogni colloquio è a se stante, ma è altrettanto vero che ci sono alcuni elementi che si ritrovano sempre e alcune cose che portano a sicuro fallimento o a sicuro successo. Vediamo alcune cose da fare e da non fare durante i colloqui:

 

Le cose da fare

  • Non mostrare panico o tensione, tieni le mani sempre in vista e assicurati che il tuo body-language trasmetta fiducia in te stesso e sicurezza. Al momento delle presentazioni, dai la mano con fermezza, sorridi e guarda negli occhi l’interlocutore.
  • Tieni ben presenti tutti i dettagli del tuo cv e della tua esperienza professionale, senza per questo impararli a memoria! Abbi pronto un elenco di referenze e porta con te alcune copie del tuo cv.
  • Sottolinea i tuoi successi (se ci sono stati ovviamente) e il modo in cui potrebbero essere rilevanti per la posizione per cui hai fatto domanda.
  • Ascolta con attenzione ciò che dice il selezionatore e fai domande appropriate (dimostrando così interesse)

 

Le cose da NON fare

  • Mai, mai arrivare in ritardo!
  • Non vestirsi in modo appropriato
  • Non mostrare o rivelare debolezze o difetti, soprattutto se nessuno te l’ha chiesto
  • Non sapere niente dell’azienda, dei suoi risultati, della sua cultura…

 

A meno che tu non sia estremamente timido, ancora di più se pianifichi e provi potenziali risposte prima di fare il colloquio, se segui queste semplici regole i colloqui di lavoro non rappresenteranno più incubi da cui svegliarti ed è anzi assolutamente verosimile che tu riesca ad ottenere il lavoro che desideri.

E se vuoi scoprire come valorizzare al meglio il tuo profilo e le tue skills per fare colpo sui recruiter scopri il nostro Career Development Program: clicca qui!

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità