Switch On con Siram Veolia: prototipare attraverso un nuovo modo di fare, insieme.

Acquisire un approccio che pone al centro la persona è un fattore importante per il successo di un progetto. Questo perché ascoltare, empatizzare e comprendere appieno le necessità di coloro che vivono quotidianamente specifiche problematiche è il modo migliore per identificare soluzioni vincenti. Oltre a permettere una progettazione capace di rispondere a problemi complessi in maniera rapida, creativa ed incrementale, il Design Thinking garantisce un approccio democratico in quanto consente ai partecipanti di contribuire alle soluzioni con il proprio punto di vista.

Nell’ottica di adottare questo approccio innovativo al proprio interno e di scoprire nuovi strumenti e metodologie innovative, Siram Veolia in partnership con Talent Garden ha scelto di coinvolgere i suoi dipendenti in un percorso creato ad hoc per rispondere a un’esigenza importante dentro l’azienda: ripensare ad un nuovo strumento di monitoraggio della raccolta dell’energia consumata dai vari impianti dell’azienda distribuiti sul territorio italiano.

Nell’ottica di adottare questo approccio innovativo al proprio interno e di continuare a sviluppare nuovi strumenti e metodologie innovative, Siram Veolia in partnership con Talent Garden ha scelto di coinvolgere i suoi dipendenti in un percorso creato ad hoc con un duplice obiettivo: da una parte far lavorare le risorse per ripensare le funzionalità e caratteristiche di un software ad oggi in uso in azienda; dall’altra, sfruttando il metodo dell’identificazione, ideazione e prototipazione del nuovo strumento, Switch On vuole costruire “un nuovo modo di fare. Insieme”. Si tratta quindi di sviluppare un nuovo approccio da portare in azienda e diffondere, mirato a dare spazio alla persona, alla sperimentazione di nuovi tool, all’ideazione e iterazione di processo, ma soprattutto finalizzato a trasmettere un un nuovo modo di lavorare: collaborativo, inclusivo, trasparente e che permetta di co-progettare insieme senza gerarchie.

switch on

Un nuovo modo di fare. Insieme.

Da questo bisogno nasce Switch On: il progetto, diviso in tre fasi strategiche, si conclude con l’identificazione di un prototipo, che potrà eventualmente evolvere in una versione più fruibile e funzionale del software attualmente in uso.

“Lo scopo è quello di pensare in maniera nuova a cosa deve fare un sistema o un processo, partendo dalle necessità e non dalla soluzione” commenta Emanuela Trentin, CEO di Siram Veolia. “L’obiettivo è riflettere su quello di cui davvero si ha bisogno, lavorando a mente aperta e tralasciando il passato. È una nuova modalità di lavorare, in cui si parte da zero e ognuno dà il proprio contributo come utente del sistema, affinché risponda alle necessità di tutti. La sfida è mettere in discussione il sistema attuale e diffondere questa metodologia via via all’interno di tutta l’azienda.” 

Il progetto in numeri

  • 1 sfida

  • 3 fasi progettuali

  • 45+ professionisti coinvolti

  • 40+ ore di workshop

  • 1 prototipo 

Problem Framing

Per comprendere lo stato dell’arte del software attuale sono state svolte una serie di interviste che hanno evidenziato la necessità di allineare gli stakeholder sulla finalità del nuovo software. Di conseguenza, la prima fase di workshop ha avuto lo scopo di perimetrare l’ambito di azione. Un team cross funzionale, guidato dai facilitatori Talent Garden, è stato chiamato ad esprimere le proprie esigenze, confrontandosi sullo scopo primario del software e sulle aree di miglioramento da cui partire. Alternando momenti di divergenza e convergenza, questo primo workshop ha permesso di dare voce a più di trenta persone che, dopo un’intensa giornata di lavoro, hanno votato l’area di miglioramento su cui basare il lavoro delle giornate successive.

Ideation

La seconda fase progettuale si è concretizzata in una sessione di Ideation. La sfida, declinata secondo l’esigenza emersa durante il problem framing, ha portato i partecipanti ad identificare lo stakeholder rilevante, ideando il miglior modo per fargli svolgere analisi predittive. Le due giornate hanno lasciato spazio al confronto, allo scontro (costruttivo) e alla creatività. I tre gruppi di lavoro si sono riuniti alla fine per presentare tre diverse soluzioni di valore. Anche in questo caso, tramite votazione è stata identificata la soluzione da approfondire nell’ultima fase, quella della prototipazione, in un contesto di completo scambio reciproco e collaborazione.

Prototyping

Giunti all’ultima fase, la soluzione è stata approfondita, dettagliata e infine disegnata dai nove partecipanti impegnati nei cinque appuntamenti conclusivi. La creazione di un vero prototipo interattivo e navigabile è stata poi eseguita dagli expert del network Talent Garden che hanno interpretato ed elaborato tutte le informazioni ricevute. Il nuovo strumento prevede numerosi vantaggi e nuove funzionalità, dettate dagli effettivi bisogni degli user finali, quali:

  • Nuova gestione report, più veloce ed organizzata
  • Maggiore visibilità di processo
  • Migliorata usabilità per l’utente
  • Nuovo sistema di condivisione interno
  • Nuovo centro notifiche
  • Home e reportistica personalizzabili

Sono stati poi raccolti i feedback degli utenti finali cui è stato destinato il prototipo, su cui i partecipanti dell’intero percorso svolto si sono confrontati per un’ultima sessione di test. 

In meno di due mesi, grazie all’approccio agile e alla prototipazione, il team di Siram Veolia è stato in grado di identificare, testare e produrre un nuovo strumento migliorato, scoprendo nuovi approcci e nuove metodologie di lavoro

A valle dell’esperienza, abbiamo chiesto ai partecipanti quale fosse la cosa più importante imparata. Ecco alcune delle loro risposte:

“Valutare ogni proposta senza preconcetti”

“Un nuovo approccio al problem solving”

“La diversità crea valore”

“Condividere idee e collaborare tra colleghi anche di funzioni diverse”

“Ho imparato molte nozioni dai miei colleghi che si occupano di energy management e del cui lavoro conoscevo solo alcuni particolari”

Paola Dal Bello

Corporate Transformation Strategist | Talent Garden

 

Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità