Come e cosa mangeremo in futuro?

Vuoi scoprire lo stato dell’arte del Foodtech, le collaborazioni tra corporate e startup e gli investimenti nel settore? Registrati all’evento online “The State of Foodtech”!

 

Come tutti gli altri, anche il settore del food è stato impattato negli ultimi mesi durante la pandemia globale e i cambiamenti nel comportamento dei consumatori che stiamo vedendo nelle diverse industry toccherà anche il food sector globale. 

Sin dall’apertura nel 2019, Talent Garden si è focalizzato sul Foodtech e la sostenibilità attraverso il suo campus di Milano Talent Garden Isolail primo campus verticale che riunisce l’ecosistema italiano e promuove l’eccellenza in tutte le aree dove cibo, sostenibilità e tecnologia si incontrano.

Durante una delle attività che svolgiamo con i nostri Italian Food Leaders, ho avuto l’opportunità di parlare con Sue Nelson che ha condiviso con noi il suo punto di vista su cosa sta succedendo ora nel mondo, come si comportano i consumatori e come questo preciso momento storico cambierà il modo in cui ci nutriremo in futuro.  Sue, esperta del mondo del Food, è stata recentemente nominata una delle “Top 20 Global Food & Agri Influencers and Thought Leaders” ed è un’esperta rinomata nel mondo del foodtech e innovazione nei settori agricolo e alimentare.

Siamo felici di condividere quello che Sue ci ha raccontato, le sue idee e insight – uno dei quali è che cucinare a casa è un trend che rimarrà!

Comportamenti attuali: come cambieranno?

Cosa sta cambiando nel nostro comportamento in quanto consumatori e come ritieni che questo influenzerà il modo in cui mangiamo in futuro?

Sue Nelson: Cucinare a casa è diventato un elemento importante del modo in cui viviamo, e sembra che succederà sempre di più. Il distanziamento sociale ci ha fatto apprezzato di più i momenti che condividiamo a casa, e lo stesso può essere detto per gli effetti dello smart working, che è sempre di più la norma. In questo modo, le persone stanno cercando sempre più una guida su come e cosa cucinare.

What will we eat in the future?

Tenendo questo in mente, stiamo anche vedendo come le persone siano sempre più preoccupate riguardo la “food safety” ed è probabile che continueremo con questo comportamento per cui vogliamo sapere da dove viene il nostro cibo, come è stato trattato e cosa stiamo inserendo nei nostri corpi. Richiederemo molta più trasparenza da parte a parte, cosa che renderà le informazioni sulle etichette sempre più essenziale nelle nostre scelte di acquisto. Inoltre, stiamo vedendo un aumento dello shopping online da generazioni che prima della crisi non avrebbero usato tool digitali, aumentando di fatto il range di consumatori per questi prodotti.

Un altro elemento interessante è la crescita del numero dei vegetariani e dei vegani, completamente o parzialmente, che ha molto a che fare con la fiducia dei consumatori nella carne – e tutto questo farà molto probabilmente accelerare il settore del cibo plant-based e protein-based.  

Dati, logistica e consumatori: è questo il futuro?

Secondo te, quali saranno i trend più importanti nel Food mentre ci muoviamo verso un nuovo futuro?

Sue Nelson: Essenzialmente i principali trend che il mercato cercherà di risolvere sono la Food Analytics e lo Spreco Alimentare.

I Big Data stanno prendendo una posizione centrale in tutti i settori industriali. In quello alimentare, però, stiamo vedendo che può essere usato in due modi diversi ma ugualmente interessanti: nel Food Analytics e nello Spreco Alimentare. Pensate a come possiamo aiutare la riduzione dello spreco analizzando i comportamenti dei consumatori, avendo anche la possibilità di predire i comportamenti basandoci sulla crescita delle attività online e della raccolta dati provenienti da questo. In aggiunta, i dati verranno usato per analizzare i prodotti e quello di cui sono fatti, informazioni che verranno usate per rispondere ai bisogni di sicurezza alimentare e trasparenza. L’ultima applicazione dell’analisi dei dati riguarda tutte le produzioni back end, l’automazione dei processi e della logistica, che aiuterà i consumatori a restare tranquilli circa la sicurezza e la salute della filiera e, di conseguenza, di quello che stanno consumando.

Il futuro è anche fatto di cibo personalizzato, in grado di rispondere ai diversi bisogni dei consumatori come senza glutine, senza zucchero, senza lattosio – tutto questo sarà una parte molto importante del future of food. Vediamo anche che stanno prendendo piede molte soluzioni naturali e locali, che aumenteranno la loro fetta di mercato.

Cosa possiamo aspettarci per il futuro?

Quali sono alcune delle soluzioni innovative più interessanti che hai avuto modo di vedere recentemente?

Sue Nelson: Uno spazio da tenere d’occhio riguarda l’Agritech e la Biodiversità. Un mercato interessante che sta crescendo è anche quello che si basa su insetti e proteine

Un trend interessante è anche l’home farming, l’agricoltura domestica. Come possiamo coltivare nel nostro frigo? Alcune di queste tecnologie risponderanno ai problemi di food safety grazie alla creazione di ambienti di coltivazione domestici che permettono ai consumatori di consumare cibo fresco, sano e pulito

In conclusione, siamo tutti d’accordo che i settori del food e dell’agricoltura cambieranno nei mesi e anni a venire. Ciononostante, possiamo essere sicuri del fatto che il cambiamento vedrà cibo e tecnologia unirsi per rispondere ai bisogni dei consumatori e creare un ecosistema più sostenibile – stay tuned!

Noa Segre

Corporate Transformation Senior Strategist e Envisioner

Talent Garden Italy

Noa Segre

Noa Segre è Senior Consultant per il team di Corporate Trasformation in Talent Garden Italia. Grazie ad un’esperienza e a un background estensivo nei settori della tecnologia e dell’innovazione, a partire dall’unità tecnologica dell’esercito israeliano, fino alle startup e a oltre 10 anni di attività in uno dei più importanti Venture Capital israeliani, Noa è il punto di riferimento sui trend e le tecnologie globali. Parte della sua attività è guidare la scoperta e esplorazione di nuovi ecosistemi e tecnologie, mettendo in connessione i diversi livelli aziendali con i più importanti e all’avanguardia trend di settore, oltre a supportarli nel loro percorso di innovazione.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità