Progetto ACEA: come cambia il modo di lavorare con il digitale.

Questo periodo storico ha cambiato radicalmente il nostro modo di lavorare: se da un lato infatti il digitale ha abilitato nuove forme di collaborazione e di leadership, dall’altro ciascun lavoratore è stato chiamato a riflettere sul proprio modo di approcciare gli obiettivi e le attività, facendo leva su resilienza, autonomia e proattività.

Questi sono stati i punti chiave che hanno dato vita al percorso Smart Worker e Smart Manager, frutto della collaborazione tra Talent Garden e Acea.

“Il progetto è nato con l’obiettivo di supportare tutti i colleghi del Gruppo Acea, che si sono confrontati con un nuovo modello di relazione lavorativa, ed i manager, che si sono trovati a dover adattare il proprio stile di leadership alla distanza, per affrontare le sfide che stiamo vivendo in questo particolare momento e quelle future. Lo smart working, infatti, non è solo una necessità del momento ma piuttosto un cambiamento, che risponde alle esigenze delle persone, delle organizzazioni e della società, dove autonomia, responsabilità e proattività sono gli ingredienti necessari per agire con efficacia in questo contesto. I percorsi che abbiamo disegnato sono, pertanto, volti a condividere un nuovo approccio al lavoro, più smart e collaborativo, e a promuovere una riflessione sull’identità manageriale richiesta, più enabler e coach, basata sui principi della digital leadership, capace di sostenere un approccio alla leadership adattiva, che supporti le persone e il team, in un clima di fiducia e responsabilizzazione”.

Chiara del Vecchio

Responsabile Formazione Gruppo Acea

Il progetto in numeri

  • 2 mesi di attività

  • +2.000 persone invitate ai percorsi

  • +400 manager coinvolti

  • +4 Leadercraft

  • +10 webinar formativi

  • +10 esperti e professionisti coinvolti

Il percorso Smart Worker

Il percorso ha avuto l’obiettivo principale di supportare le persone in smart working in Acea, con spunti e nuovi approcci pratici, a diventare sempre più autonome, collaborative e resilienti al cambiamento.

In avvio del percorso, è stato riservato uno spazio alla condivisione degli aspetti normativi, gestionali e di sicurezza relativi al lavoro in smart working, approfondendo il quadro normativo in materia, i rischi indoor ed outdoor ed il mantenimento della riservatezza dei dati.  Un focus specifico è stato dedicato all’applicazione dello smart working in ACEA: dai concetti più pratici e di gestione ad un approfondimento sui temi della flessibilità e dell’autonomia in relazione alla produttività.

Sono stati organizzati 10 webinar che si sono focalizzati su cinque tematiche principali:

1. Una nuova relazione lavorativa, ossia in che modo cambiano le relazioni all’interno del team, dalla relazione con i propri responsabili alla collaborazione con gli altri membri del team.

Risposte alla domanda: “Lo smart working in una parola è…”

 

2. Essere proattivi in un mondo di knowledge worker, ossia comprendere in che modo si è evoluto l’approccio al lavoro dei knowledge worker e quali opportunità il digitale fornisce in tal senso per essere più proattivi.

Risposte alla domanda: “In una parola, quale pensi  sia l’ingrediente fondamentale per creare un team di successo?”

3. Allenare la resilienza, ossia comprendere quali sono le risorse che la resilienza può concedere per lavorare in modo più efficace valorizzando le opportunità. 

Risposte alla domanda: “In cosa ti può aiutare la resilienza nel tuo lavoro?”

4. Diventare Autonomi in un mondo che cambia, ossia valutare come l’autonomia stimola la creatività e il problem solving per diventare sempre più autonomi nel proprio lavoro.

Risposte alla domanda: “Cosa significa diventare autonomi in un mondo che cambia?”

5. Come cambiano le responsabilità dei lavoratori, ovvero in che modo lo smart working restituisce alle persone una maggiore autonomia e responsabilità sui risultati dell’azienda.

Risposte alla domanda: “In che modo approcci il lavoro ogni giorno?”

“Il corso, ben strutturato, mi ha fornito gli strumenti per affrontare le nuove dinamiche di gruppo e modalità di lavoro che lo smart working genera. Tra le questioni emerse ho posto la mia attenzione sulla tematica della maggiore libertà: più spazio all’autonomia personale e professionale significa riconoscimento delle responsabilità e attribuzione di fiducia, continuando a garantire impegno e determinazione per un miglioramento costante delle performance”.

Gianluca Greco, Social Media Specialist 

Unità Digital e Corporate Media Acea SpA – Smart Worker

Il percorso Smart Manager

Il percorso Smart Manager è stato finalizzato a condividere con i manager di Acea approcci e strumenti smart attraverso cui accompagnarli nel processo di cambiamento, attivato dal contesto attuale, verso una leadership digitale e verso una nuova modalità di relazione lavorativa, orientata alla fiducia e alla responsabilizzazione.

Il percorso formativo è stato suddiviso in 4 LeaderCraft, in cui l’alternanza di lecture, workshop e testimonianze di manager di successo hanno permesso ai partecipanti di apprendere in modo interattivo e di riflettere insieme sull’identità manageriale richiesta nel nuovo contesto.

Risposte alla domanda: Quali azioni concrete attivano già/possono attivare i manager di ACEA per stimolare la fiducia?

Risposte alla domanda: Quali azioni concrete attivano già/possono attivare i manager di ACEA per stimolare la crescita dei collaboratori?

Risposte alla domanda: Quali azioni concrete attivano già/possono attivare i manager di ACEA per stimolare la trasparenza?

Risposte alla domanda: Quali azioni concrete attivano già/possono attivare i manager di ACEA per stimolare l’autonomia all’interno del team?

“In questa nuova dimensione dell’era COVID è leader chi guida e sostiene le persone, rafforzando la fiducia, e accompagna l’azienda al cuore del cambiamento epocale che stiamo vivendo, garantendo la velocità e portando con sé il bagaglio digitale. La Leadercraft mi ha permesso di confrontarmi con altri colleghi su questi temi, acquisendo ulteriori strumenti per poter guidare al meglio un team anche da remoto”. 

Alessia Delle Site

Responsabile Esercizio, Direzioni Operazioni Acea Ato 2 – Smart Manager

Giulia Pagan

Digital & Innovation Consultant

Corporate Transformation Team – Talent Garden

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità