Travel & Logistics: il Digital Transformation tour fa tappa a Napoli

Doppio tema per la penultima tappa della Digital Transformation in tour: questa settimana, a Napoli, si parla di Travel & Logistics.

L’Italia, al quinto posto nella classifica dei Paesi più visitati al mondo, con circa 48 milioni di turisti all’anno, è però lontana dall’aver ottimizzato al meglio tutte le proprie risorse, le attrattive e le pressoché infinite opportunità che il nostro territorio può offrire. Napoli, nello specifico, ha battuto nel 2016 il record per numero di visitatori con punte di tutto esaurito in alta stagione. Lo sanno bene le aziende di trasporti locali come Alilauro, che fa scoprire ogni giorno a centinaia di turisti le principali isole del Golfo e le Eolie, trovandosi a far fronte con clienti sempre più esigenti che si aspettano di godere di una customer journey profilata e senza intoppi.
È proprio per Alilauro, player di primo piano nel settore marittimo locale, che ha lavorato uno dei due team di Digital Officer itineranti del Master in Digital Transformation per il Made in Italy, con un piano di sviluppo incentrato sulla progettazione di una piattaforma integrata, facile e intuitiva per migliorare l’esperienza dei clienti attraverso il listening e lo storytelling. Per analizzare da vicino le dinamiche di un’esperienza di viaggio Alilauro, il team è partito martedì mattina alla volta di Ischia.

Sulla logistica declinata nel settore della produzione, invece, ha lavorato il secondo team di esperti di trasformazione digitale, con un progetto dedicato alla Fabbrica della Pasta di Gragnano, primo pastificio artigianale certificato d’Europa, che esporta in tutto il mondo uno dei prodotti più rappresentativi del Made in Italy grazie all’impiego delle tecnologie più avanzate.
Supervisionare contemporaneamente sicurezza, qualità, sostenibilità ambientale ed efficienza logistica è l’obiettivo principale di un’azienda come Gragnano e, come scrive Alessandro Braga “in questo contesto la sfida per il futuro è guardare alla filiera come a un vero ecosistema che va progettato, gestito e controllato nella sua interezza, cercando un compromesso fra tutte le variabili in gioco”.

Come può, dunque, intervenire la trasformazione digitale nel settore logistico?

Il monitoraggio del trasporto in tempo reale per garantire la trasparenza del delivery, la certificazione delle consegne e l’eliminazione dei documenti cartacei di trasporto sono sicuramente un buon punto di partenza.
I consulenti hanno lavorato per poter fornire una road map alle aziende partenopee con l’obiettivo di valorizzare al massimo i servizi e i prodotti straordinari che offrono.

Location d’eccezione per le presentazioni dei progetti allo Studio Riot nel cuore di Napoli, insieme ai referenti delle due aziende e agli speaker che hanno partecipato alla tavola rotonda. Domenico Soriano, imprenditore e investitore di Scena Digital e partner di Digital Magics è intervenuto a proposito dello scenario locale delle startup innovative, Francesca Nicolais, ricercatrice e Communication & Design Expert che si occupa di gamification, experience e storytelling nell’ambito del turismo e Filippo Sessa, Digital Transformation in prototipazione rapida e Digital Manufacturing, che ha fatto dei FabLab un’esperienza di invenzione e produzione condivisa.

Il tour del Master in Digital Transformation per il Made in Italy si chiuderà la prossima settimana a Firenze dove il tema non poteva che essere il Fashion.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità