Un viaggio in Cina con Huawei

Da Carmignano alla Cina. Come?

Accedendo a Palazzo di Parte Guelfa ma trovando le chiavi a TAG Innovation School.

 

Afferma Laura Parenti, studentessa di UX Design Master, che quest’anno ha vinto l’hackathon organizzato durante il Wired Next Fest, organizzato a Firenze dalla rivista Wired, insieme all’azienda di telefonia cinese Huawei. L’hackathon prevedeva che i concorrenti progettassero una app innovativa, redditizia e che avesse come tema la bellezza. Per i nuovissimi Huawei P9, dotati di una fantastica dualcamera Leica, Laura e il suo team, tutto al femminile, hanno progettato Beauty Shoot, una applicazione dedicata a foto e video geolocalizzati: dopo aver capito che la bellezza è negli occhi di chi guarda hanno trasformato la loro idea in una app unica.

Il premio è stato un viaggio nel quartier generale del colosso cinese a Shenzhen, per un percorso di approfondimento.

Esperti del settore e giornalisti dalle lunghe vedute ci hanno calorosamente accolte nel loro mondo. Travolte da un turbinio di forti emozioni e scoperte, al limite tra l’innovazione e la fantascienza, siamo state accompagnate nel mondo Huawei. Due mondi quelli della tecnologia e della moda che ricreano il nuovo concetto di lusso.

 

A Hong Kong, Shenzen e Shanghai, Laura ha potuto toccare con mano una diversa cultura del prodotto, assaporando nuovi trend e ispirazioni dal gusto orientale. Ripercorriamo insieme la sua esperienze attraverso Storify!

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità