Marketing digitale per le Start-Up. Da dove cominciare

Il principale obiettivo di una Start-Up è quello di crescere in fretta.

Normalmente, se una Start-Up non conosce una rapida crescita nei primi anni, se ne può inferire che qualcosa non sta andando come dovrebbe. Ma in particolare nei mercati di oggi, dove il tasso di natalità delle nuove aziende cresce a una velocità impressionante, è imprescindibile, se si vuol emergere, investire tempo ed energie (e risorse) nello sviluppare una solida strategia di marketing.

Considerato il fatto che di frequente le nuove start-up operano nel settore digitale e in particolare inizialmente hanno a disposizione limitate risorse, il marketing digitale dovrebbe essere la scelta da privilegiare.

Di certo, esso consente il lancio di campagne attentamente mirate con un limitato tetto di spesa; ma non è questa la sola ragione per cui il marketing digitale può essere così efficace. Utilizzando pienamente le sue potenzialità, il marketing digitale consente cose che solo pochi anni fa erano inimmaginabili, e può rappresentare la differenza tra insuccesso e riuscita.

Analizziamo insieme alcuni dei principali vantaggi delle campagne di marketing digitale per una Start-Up e le azioni ad esse connesse che consentono di capitalizzarne i risultati.

Ricerca clienti e analisi demografica

Una delle prime cose che una nuova azienda dovrebbe fare è comprendere quali siano e quali potrebbero essere i propri clienti. 

Posto che questo è il punto centrale: non esiste modo di stare efficacemente sul mercato senza conoscere i propri consumatori: che cosa fanno, cosa preferiscono e cosa cercano.

Una volta che si è compreso questo, si può comprendere in che modo la propria azienda può giocare il proprio ruolo; come aggiungervi valore e come comunicare con questi potenziali clienti.

Spesso, si pensa di voler interagire con più di un segmento, e magari proporre un’offerta cucita su misura per ciascuno di essi. E ci si può spingere a sognare di voler andare oltre, raggiungendo una vera personalizzazione one-to-one. Ebbene, una intelligente campagna di marketing digitale può consentire di andare assai vicino a raggiungere questo smagliante obiettivo. 

Si pensi a quanto questo potrebbe costare facendo marketing tradizionale!

 

Certo, anche il marketing digitale richiede qualche investimento.

È richiesta ad esempio una buona piattaforma di gestione dei dati, o degli strumenti di machine learning e intelligenza artificiale che possano analizzare i dati ed estrarne delle precise indicazioni.

Ma l’approccio digitale stravince in termini di efficacia e rapporto costi-benefici.

La prima cosa da fare nell’impostare una campagna di marketing digitale per una Start-Up è dunque quella di implementare un sistema che sia capace di raccogliere, immagazzinare ed analizzare i dati, e di installare un sistema avanzato di analisi su tutti i propri sistemi.

 

Rapporti con la clientela

Uno dei più importanti obiettivi di un’azienda, sia essa tradizionale o una Start-Up, è il rapporto con la clientela; ma è anche uno degli obiettivi più difficili a raggiungersi.

Con il marketing digitale questo obiettivo diventa tuttavia facilmente raggiungibile, posto che qualunque atto digitale promuove straordinariamente l’interazione e l’interattività.

La prima cosa che si dovrebbe fare, come spiegato in precedenza, è quella di sviluppare una profonda conoscenza dei propri clienti. Scoprire chi sono, quali siano i loro desideri e le loro paure e cosa cercano di modificare.

Subito dopo, bisognerebbe prendersi cura dei canali attraverso i quali la clientela viene raggiunta, ottimizzando, grazie alla conoscenza acquisita, i contenuti e le esperienze-utente; ovviamente assicurandosi che tutti i propri canali siano inoltre pienamente reattivi e ottimizzati per i dispositivi mobili. Sfruttando la potenza dei social networks che sono stati concepiti per attivare l’interazione: dai webinars ai posts multimediali, dalle campagne Twitter al Messenger alle chatbots, attraverso gli strumenti di marketing digitale i clienti potranno percepire di avere una relazione davvero diretta con la tua azienda.

E una volta che questa relazione sia stata sviluppata tutto quel che occorre fare è mantenerla.

 

Comprendere cosa sta funzionando e cosa no

Il marketing digitale consente di sperimentare con facilità: provare certe azioni, indirizzarsi a un segmento di clientela di potenziale interesse, fare dei tests A/B, indirizzare traffico al proprio sito web con certe parole chiave e analizzarne i risultati. Impostare gli obiettivi che si pensa siano opportuni per la propria azienda e vedere se ogni cosa funziona come ci si attende.

La prima cosa da fare per implementare un’efficace strategia di marketing digitale per la propria Start-Up dovrebbe essere dunque quella di impostare gli obiettivi che si desidera raggiungere, come sviluppare una campagna di riconoscibilità e visibilità del marchio, o incrementare le conversioni, o generare più leads, o sviluppare un solido rapporto con la clientela ecc.

E subito dopo articolare un piano di marketing che dettagli gli strumenti e le fasi necessari per il raggiungimento degli obiettivi che ci si è posti.

Ma il marketing digitale offre uno spazio dove è possibile sperimentare e sbagliare.

Ad esempio: si è ottimizzato il proprio sito web in ottica SEO (cosa che per altro occorrerebbe assolutamente fare)? Ebbene, occorrerebbe verificare che quanto si è fatto stia effettivamente incrementandone il traffico e in caso negativo apportare le modifiche necessarie.

Il vero vantaggio del marketing digitale rispetto al marketing tradizionale è quel che si chiama previsione e penetrazione: con le competenze necessarie e un lavoro ben fatto si può comprendere quanto avviene per lo più in tempo reale.

 

Avere chiarezza sui propri obiettivi e lavorarci sopra

È vero che il marketing digitale è un importante vantaggio per le Start-Up ma non è di certo un rimedio veloce.

Ad esempio, se il proprio obiettivo è quello di accrescere le conversioni, non è sufficiente attrarre visitatori verso il proprio sito web e sperare che qualcosa accada. 

Bisognerebbe al contrario studiare cosa fanno i clienti, comprendere il perché lasciano il sito prima di convertire, creare strategie sperabilmente brillanti che ve li tengano legati.

Se il proprio obiettivo è quello di accrescere il coinvolgimento dei clienti non sarà sufficiente creare eccellenti contenuti: occorrerebbe invece investire in email personalizzate e un eccellente servizio di assistenza alla clientela.

Il marketing digitale è per le Start-Up uno strumento assai potente, ma utilizzarne pienamente il potenziale è un lavoro difficile che richiede tempo e intenso studio.

Se credi di aver bisogno di una spinta che incrementi la curva di apprendimento, un corso come il Growth Hacking Master potrebbe essere un’eccellente scelta, utile per acquisire tutte le capacità trasversali che sono essenziali per impostare una appropriata strategia di marketing digitale per la tua Start-Up.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità