Impact Report Torino 2020: l’ecosistema dell’Innovazione a Torino

La presenza sul territorio di un ecosistema dedicato all’innovazione tecnologica è una leva fondamentale per affrontare e superare la crisi. Lo dimostra il primo Impact Report di OGR Tech powered by Talent Garden con focus sulla città di Torino, che descrive il primo anno di attività del polo torinese inaugurato nel giugno del 2019 e che lo conferma come Hub della accelerazione d’impresa: con sette diversi programmi di accelerazione previsti per il 2021, OGR Tech è un polo europeo d’eccezione in cui start up e aziende corporate lavorano a ritmo serrato fianco a fianco, su programmi tematici paralleli e contemporanei, finalizzati a trasformare la ricerca in sviluppo industriale.

impact report torino 2020

I dati dell’Impact Report Torino 2020

Il 2020, anno di difficoltà e rallentamenti, per OGR Tech è stato invece un periodo di riconferme e di accelerazioni. Le Officine hanno garantito ai loro abitanti uno spazio sicuro dove continuare a seguire i progetti in essere e lanciarne di nuovi e hanno offerto una valida alternativa a chi ha dovuto ricorrere allo smart working come nuova modalità di lavoro. Sono 8 le nuove realtà al suo interno, insediate negli ultimi mesi e selezionate in base al valore che possono apportare tanto al territorio cittadino quanto a quello internazionale, nella costruzione di una rete, che è parte importante della mission dell’Hub. Attualmente gli spazi sono occupati per poco meno della metà del totale da aziende corporate, seguono startup e scaleup (le startup arrivate a una seconda fase di sviluppo e consolidamento), che costituiscono circa il 30% delle presenze, seguite dai centri di ricerca (16%) e dagli acceleratori (15%). 

OGR Tech è l’hub di una fitta rete di importanti interconnessioni con oltre 60 soggetti diversi, a loro volta nodi di altre reti su tutto il territorio nazionale e all’estero. Fra questi ci sono aziende hi-tech e sviluppatori di software per l’Intelligenza Artificiale, istituti bancari, agenzie pubblicitarie, nazionali e internazionali, poli museali, Atenei italiani e stranieri, enti istituzionali locali e nazionali, società editrici e molto altro ancora. Un vivace distretto economico innovativo, una fitta rete di connessioni, rapporti, progetti e idee che qui si sviluppano e trovano una via per il mercato. Anche durante la crisi che stiamo attraversando.

L’Impact Report Torino 2020 analizza i benefici nati dall’ecosistema OGR Tech powered by Talent Garden, raccontando le realtà che hanno fatto nascere collaborazioni con altri soggetti e presentando i risultati di un’analisi della percezione di tutti gli abitanti che vivono l’atmosfera propositiva di questi spazi.

Il Report è stato elaborato in collaborazione con Sei, School of Entrepreneurship and Innovation, parte della community di Talent Garden Fondazione Agnelli.

Scarica il report per scoprire i case study della community torinese e il loro impatto sul territorio!

 

I programmi di accelerazione 2021

Si riconferma anche per il nuovo anno il fitto calendario di programmi di accelerazione, che per il 2021 saranno sette, ognuno dei quali coinvolgerà aziende corporate e un numero ristretto di start up, selezionate in base a determinati parametri, che prevedono formazione specifica su determinati ambiti, attività di mentoring e finanziamento da parte di venture capital e altri soggetti presenti nell’hub o sul territorio. Ogni programma coinvolge sempre tutto l’ecosistema di OGR Tech, creando valore aggiunto per tutte le realtà ospitate.

Fra i programmi del 2020 che si riconfermano per il 2021 c’è Techstars, progetto internazionale sulla smart mobility: fra gennaio e aprile 2020, con attività parte a distanza e parte in presenza, insieme a Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo e Intesa San Paolo Innovation Center ha coinvolto 12 startup e si propone di accelerare 30 start up innovative in tre anni. A questo si aggiunge Elevator, programma di sei mesi guidato dall’acceleratore internazionale Endeavor, che supporta le start up con un potenziale particolare a raggiungere la fase di scaleup. Le 15 startup già coinvolte in una edizione precedente del programma hanno aumentato del 90% il loro fatturato. Riconferma anche per Banca Sella Open Pmi: il primo percorso d’innovazione che coinvolge le piccole e medie imprese italiane. Per quattro mesi 24 giovani studenti, provenienti da tutta Italia e divisi in team multidisciplinari, lavoreranno per proporre soluzioni innovative a reali e concreti problemi delle sei aziende partecipanti. Infine il programma ideato da Liftt, portatore di un nuovo modo di combinare innovazione, business e finanza che crea un ponte fra idee innovative, territorio e capitale.

Fra le novità assolute invece, in partenza in tarda primavera e in autunno i programmi di Microsoft: uno dedicato all’impatto sociale e l’altro dedicato al gaming, che coinvolgeranno 6-8 start up della community in fase di selezione e che fanno parte di un progetto di collaborazione più ampio; Bio4Dreams, una “Business Nursery” dedicata alle Scienze della Vita, che supporta le start up più recenti ad acquistare rapidamente stabilità e a impostare lo sviluppo futuro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità