Lavorare da casa: alcuni utili consigli per una giornata produttiva

In parte a causa dell’epidemia di coronavirus, che ha costretto molti ad iniziare a lavorare da casa, in parte a causa degli enormi cambiamenti nel mercato del lavoro, che ormai include molte posizioni che nascono direttamente “a distanza” (giusto per citarne alcuni: copywriters, search engine evaluators, traduttori, programmatori…) il risultato è che attualmente sempre più persone lavorano da casa. Il che per alcuni può costituire un sogno divenuto realtà (lavorare da casa ha indubbi vantaggi, primo fra tutti evitare il pendolarismo casa-lavoro) ma per altri può risultare in un vero e proprio incubo (lavorare da casa può significare solitudine, isolamento dai colleghi, assenza di confini fra vita lavorativa e vita privata).

Se eravate abituati a lavorare in un ufficio questo è ancora più vero: il cambiamento improvviso può essere difficile da gestire. Sia che facciate parte della metà felice o di quella scontenta, abbiamo raccolto per voi una serie di consigli (e un fantastico corso) che – si spera – vi aiuteranno a rendere la vostra giornata lavorativa da casa più piacevole e produttiva. 

Stabilite delle solide routine per l’inizio e per la fine della giornata lavorativa

Quando si viaggia da casa al lavoro tutto (il semplice uscire di casa, il viaggio, l’entrare in ufficio, il caffè della mattina con i colleghi) contribuisce a far sì che si riesca a lasciare alle spalle lo “spazio-casa” e che si entri nello “spazio lavorativo”, che richiede concentrazione e dedizione. All’opposto, l’uscire fisicamente dall’ufficio è un segnale per il proprio cervello che la giornata lavorativa è finita e che ci si può rilassare e pensare a qualcos’altro. 

Quando si lavora da casa si perdono queste routine e si rischia di non riuscire mai ad entrare mentalmente nello stato d’animo “ora sono al lavoro”; oltretutto si rischia continuamente di essere distratti da una miriade di cose (dalla lavatrice da caricare ai pasti da preparare, dalla visita medica da prenotare ai social da controllare) o al contrario di non riuscire mai a staccare veramente dal lavoro. Per questo anche se si lavora da casa, si dovrebbe sempre cercare di stabilire e mantenere una solida routine sia per la mattina sia per la sera, che aiuti il proprio cervello a innescare il mood “ora sono al lavoro” oppure a rilassarsi dopo una dura giornata di lavoro. 

Abbiate delle ore dedicate al lavoro e delle ore per voi

Fra i vantaggi di lavorare da casa viene spesso annoverata la possibilità di essere liberi dalla schiavitù degli orari da ufficio. Se si preferisce lavorare dalle 11 di sera alle 6 di mattina si è liberi di farlo (posto naturalmente che non si siano colleghi con cui si deve interagire) ma la domanda è: sarebbe un bene? In effetti, più si riesce a mantenere ore lavorative regolari più ne beneficeranno la salute e la sanità mentale, per non parlare della produttività. In altre parole, anche se non si deve timbrare il cartellino, è meglio comportarsi come se si dovesse farlo, almeno parzialmente, dato che questo darà struttura alla giornata e vi aiuterà a lavorare meglio. 

Sarà anche casa, ma dopotutto è il vostro ufficio: scegliete una postazione di lavoro e difendetela

L’ufficio è l’ufficio. Quando siete in ufficio, a nessuno è permesso disturbarvi. Ahimè, se questo è vero quando siete in un ufficio “reale”, spesso quando lavorate da casa chiunque crede di avere il diritto di entrare nel posto in cui lavorate e chiedervi qualunque cosa, dal senso della vita all’andare a comprare il latte. Cosa dovreste fare? Scegliete un posto in casa da considerare come postazione di lavoro e difenderlo contro ogni invasione, comportandovi come se fosse la vostra scrivania nel vostro ufficio, e rendendo ben chiaro (anche a voi stessi) che quando siete lì siete completamente dedicati al lavoro. 

Uscite, prendete un po’ d’aria, fate una pausa

Il rischio quando si lavora da casa è rinchiudersi nel proprio appartamento senza uscire mai. Grande errore. Per essere produttivi, avete bisogno di prendervi qualche pausa, di staccare gli occhi dallo schermo e possibilmente di respirare un po’ di aria fresca. Se disponete di un giardino o di un parco nelle vicinanze sarebbe perfetto, ma in caso contrario anche un giretto per la strada andrebbe bene. Sicuramente lavorerete meglio quando tornerete.

Fate filare liscia la parte tech

Se i vostri dispositivi e i vostri device non funzionano a dovere, se la rete è troppo lenta, se non disponete di una stampante o di uno scanner, se utilizzate il vostro telefono magari vecchiotto, le cose potrebbero diventare complicate e nel caso peggiore potreste trovarvi nell’impossibilità di lavorare bene. Dunque per prima cosa chiedete al vostro ufficio qualunque cosa vi possa servire per lavorare efficacemente o se siete freelance curatevi di questi aspetti perchè potrebbero rendere tutto più facile. Sicuramente, lavorare con un pc che non funziona bene è come tentare di cucinare con un coltello che non taglia. 

Evitare l’isolamento come la peste

Quando si considerano i pro e i contro del lavorare da casa, sorprendentemente si scopre che essere soli può essere entrambi, a seconda del tipo di persona che si è. Naturalmente vi risparmia tutto il rumore, gli elementi di disturbo, le richieste improvvise e sgradite…MA vi lascia isolati dallo stream dell’ufficio, dalle chiacchiere fra colleghi, nei casi peggiori anche dalle opportunità di crescita. Dunque anche se per natura siete persone introverse e poco socievoli dovete fare uno sforzo per rimanere in contatto con i vostri colleghi, partecipare alle riunioni, se disponibili cogliere l’opportunità di fare dei corsi di formazione, anche solamente per impiegare qualche minuto per chiacchierare con altre persone che fanno il vostro stesso lavoro. 

Prendetevi cura di voi stessi

Per ultimo ma non meno importante, dovreste prendervi cura di voi stessi, curando la vostra salute, il vostro aspetto, la vostra autostima. Quando lavorate da casa potreste sentirvi trasandati, invisibili, demotivati. Non dovete permettere che questo vi accada. Dovreste prendervi cura del vostro aspetto, vestirvi come per andare in ufficio, concedervi pasti salutari e invitanti, fare dell’esercizio fisico, in altre parole fare qualunque cosa sia necessaria per illuminare il vostro spirito e il vostro corpo, dato che nessuno può lavorare bene se non si sente bene. In altre parole: prendetevi cura di voi stessi. Questo significherà anche prendersi cura del proprio lavoro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità